Calciomercato Milan, Cessione Matri: il punto della situazione

Ormai la cessione di Matri dal Milan non è certo il segreto di Pulcinella. Lo abbiamo compreso in tutte le salse a cominciare dalla “pausa” nelle dichiarazioni di Galliani: : “Matri può uscire? Davanti siamo nove per tre posti. Honda, Kakà, El Shaarawy, Saponara, Birsa e Robinho. Balotelli, Pazzini e Matri… E’ possibile che possa partire anche un attaccante”. Lo stesso Allegri alla domanda su Matri: “Davanti abbiamo molti giocatori, spetta alla società valutare.” Come si dice di solito: tanti indizi fanno una prova, e già da tanto si sentono notizie di mercato attorno all’attaccante ex Juventus.

Le squadre pretendenti all’attaccante aumentano giorno dopo giorno, ci ha provato prima la Sampdoria, poi la Lazio, la Fiorentina e infine l’Inter. Non mancano neanche le squadre estere, in particolare della Premier League come il West Bromwich, il West Ham, l’Everton e il Tottenham. 

Tra queste quelle italiane sono sicuramente le preferite, ma la maggior parte di loro non ha alcuna intenzione di pagare il cartellino di Matri, infatti le formule di acquisto che propongono sono o il prestito o possibili scambi.

La prima è stata la Sampdoria che ha proposto l’altra parte del cartellino del centrocampista rossonero Poli (già al Milan) oltre il ritorno di Petagna giovane attaccante in prestito ai blucerchiati. Poi c’è stata la Lazio che ha proposto lo scambio con l’esterno di fascia Lulic o il portiere Marchetti.

Andrea Poli

Ultimamente c’è stato un sondaggio anche dell’Inter in cerca perenne di un attaccante, la proposta nerazzurra è lo scambio con il centrocampista Kuzmanovic, ma il Milan vorrebbe eventualmente altre contropartite tecniche come Taider o Kovacic.

Infine la Fiorentina, ma in questo caso esclusivamente in prestito per sostituire il suo attaccante Rossi infortunatosi nell’ultima partita, quest’ultima soluzione sembra incontrare maggior consenso da parte di Matri anche se i rapporti tra i viola e i rossoneri non sono certo dei migliori visti i precedenti, Ljajic in primis.

Una cosa è certa l’attaccante lodigiano è destinato a partire, l’importante che l’investimento fatto, sia pur andato male dal punto di vista tecnico, non vada male anche dal punto di vista economico con una minusvalenza.

Leggi anche-> Diretta Sassuolo-Milan Live: Aggiornamenti in tempo reale

Leggi anche->Sassuolo-Milan, i convocati di Di Francesco e di Allegri: Honda c’è