Calciomercato Milan, contatti avviati per Rabiot del PSG

Adrien Rabiot è uno dei nomi più ricorrenti del calciomercato Milan. Sono infatti avviati da tempo i contatti tra la dirigenza rossonera e quella del PSG per portare il giocatore francese alla corte di Filippo Inzaghi.Il centrocampista classe ’95 è seguito con interesse da diversi club europei e in particolare dall’Arsenal, che ha espresso un forte interessamento per il giocatore, in scadenza nel 2015. Il PSG avrebbe risposto negativamente al sondaggio dei londinesi, alzando vertiginosamente l’asticella del costo del cartellino di Rabiot a 30 milioni di euro.

Sul giovane centrocampista ci sarebbe da tempo anche il vivo interesse della Juventus che, però, avendo complicato i suoi rapporti con la società parigina in seguito all’affare Coman, rimane alla finestra, fiduciosa di poter strappare il si del giocatore subito dopo la scadenza del suo contratto. In ultima battuta, come detto, l’inserimento del Milan:  nelle scorse ore si è inoltre parlato di un incontro a Parigi tra Milan e PSG, incontro prontamente smentito dal sito ufficiale della società rossonera tramite comunicato che sottolinea come tale “circostanza non corrisponde precisamente al vero”. Parole che lasciano comunque aperta la pista Rabiot. Pare, infatti, che il club di via Rossi starebbe trattando il giocatore sulla base di un prestito con diritto di riscatto ma, se dovesse andare in porto la cessione di Balotelli, la formula dell’offerta potrebbe cambiare.

Adrien Rabiot infatti è un profilo molto accattivante per il Milan, alla costante ricerca di un rinforzo per il centrocampo, qualitativamente ancora troppo carente. Il talentuoso centrocampista sta vagliando tutte le ipotesi in accordo con la madre, che è anche la responsabile della sua procura. Adriano Galliani conta, da parte sua, di poter raggiungere un accordo con il PSG, soprattutto in virtù degli ottimi rapporti che intercorrono tra le due società, e di acquistare il giocatore anche negli ultimissimi giorni di mercato, battendo così la concorrenza degli altri club.

Leggi anche: