Calciomercato Milan, difesa quasi al completo: un solo posto libero

Il 4-3-3 di Pippo Inzaghi sta prendendo forma. Dopo l’ok del Valencia per il riscatto di Adil Rami che affiancherà Alex al centro della difesa, i dirigenti rossoneri sono ora alla ricerca di un terzino. Di destra o di sinistra non ha importanza, tanto per il jolly De Sciglio non fa molta differenza giocare sul fianco sinistro, come con Allegri, o sul destro dove lo schierava Clarence Seedorf. A tal proposito, negli ultimi giorni sono stati fatti diversi nomi per l’ultimo tassello della difesa a quattro di mister Inzaghi.

Dopo la partenza di Urby Emanuelson, finito alla Roma di Garcia, e le voci provenienti dalla Spagna riguardo ad un interessamento per Didac Vilà (chi l’ha mai visto?), gli unici due terzini mancini rimasti in rosa sono Kevin Constant e il rientrante Michelangelo Albertazzi. Due giocatori che, per motivi diversi, almeno sulla carta non sembrerebbero essere tra i titolari che Pippo sogna per il suo Milan. Ecco perché, nelle ultime ore, si sta pensando di intavolare uno scambio coi russi dello Zenit, un asse Milano – S. Pietroburgo che potrebbe vedere l’arrivo in maglia rossonera di Domenico Criscito e l’approdo alla corte di Villas Boas di Ignazio Abate, reduce da due stagioni tutt’altro che esaltanti al Milan.

Un arrivo quello di Criscito che vedrebbe quindi l’utilizzo sulla fascia di destra di Mattia De Sciglio. Trattativa ancora lunga e difficile. Per questa ragione, Adriano Galliani, spinto anche  dalla nuova politica di Inzaghi che vorrebbe giocatori giovani e italiani, sta sondando il terreno per Romulo del Verona per il ruolo di terzino destro (in questo caso De Sciglio slitterebbe a sinistra). Il Milan di Pippo, almeno per quanto riguarda il pacchetto arretrato, sta cominciando a prendere a forma.

Leggi anche: