Calciomercato Milan: il punto sulle trattative dei rossoneri

Gennaio è il mese del famigerato “mercato di riparazione” e visti i soli 19 punti nelle prime 17 gare del girone d’andata il Milan ha necessità di migliorare qualitativamente la rosa dei giocatori a disposizione di mister Allegri. A parte i nomi altisonanti e costosi, perciò impossibili in questo preciso momento storico, come ad esempio Suarez del Liverpool, la Società è alla ricerca di due pedine importanti: un terzino abile a coprire ambedue le fasce ed un centrocampista di assoluto valore che sappia abbinare qualità e quantità.

Per quanto riguarda il primo ruolo “scoperto” l’identikit giusto sembra quello di Danilo D’Ambrosio, terzino in forza al Torino ma con il contratto in scadenza a giugno: un dato da non sottovalutare per le casse rossonere. La seconda tipologia di calciatore ricercato dai rossoneri porta direttamente al nome di Radja Nainggolan, un centrocampista completo che fa gola a mezza Europa: dopo gli interessamenti di Juventus, Inter e Roma, è di pochi giorni fa la notizia che anche il ricco Paris Saint-Germain abbia chiesto informazione sul nazionale belga. L’offerta di Galliani prevede una cifra cash, circa 7 milioni, e la comproprietà di Bryan Cristante, gioiellino del vivaio rossonero.

Per il centrocampo l’alternativa low cost è Marco Parolo del Parma, mentre Hernanes è entrato in un ipotetico scambio con Matri visto che la Lazio cerca una prima punta di affidamento ma negli ultimi giorni questa voce si è pian piano spenta.

Persino la voce di un Fabio Coentrao offerto a prezzo di saldo perde ogni giorno di consistenza.

Nelle settimane precedenti erano stati fatti anche altri nomi per la lista della spesa rossonera ma i vari Yhan Sommer del Basilea, Igor Akinfeev del CSKA Mosca, Alfred Finnbogason dell’Ajax e persino Iker Casillas del Real Madrid sono risultati soltanto voci di mercato e nulla più.

Milan

Molti nomi sono stati fatti anche per quel che riguardano le possibili cessioni. Dopo aver ceduto in prestito Niang al Montpellier, i primi a poter salutare Milanello sono i giovani Jherson Vergara e Saponara, entrambi alla ricerca di una piazza in cui ritrovare continuità e fiducia.

Le ultime prove tra i pali di Gabriel non hanno convinto a pieno la dirigenza, complice l’errore contro la Roma, e per lui si sta pensando se la soluzione migliore sia andare in prestito a giocare o rimanere nel centro sportivo rossonero per imparare i segreti dal collega Abbiati, ormai decano della porta rossonera. L’ultimo in ordine temporale a veder chiudersi la parentesi rossonera potrebbe essere Antonio Nocerino: arrivato nell’agosto del 2011 per 500mila euro dal Palermo e presentatosi in punta di piedi a Milanello, ha impiegato poche partite per entrare nei cuori dei tifosi rossoneri.

Al suo primo anno di Milan, grazie all’intesa con Zlatan Ibrahimovic, mette a segno ben 11 gol, tra cui quello del provvisorio pareggio contro il Barcellona nei quarti di finale di Champions League. Poi due stagioni fatte da più luci che ombre ed ora questa finestra di mercato sembra quella giusta per vederlo lasciare San Siro ed accasarsi, molto probabilmente, al Torino di mister Ventura, anche se nelle ultime ore ha ripreso vigore la voce di un possibile passaggio alla corte di Mazzarri in cambio di Zdravko Kuzmanovic.

 

Leggi anche-> Alla scoperta del difensore che mancava…

Leggi anche-> Mancini torna alla carica per Balotelli

Leggi anche-> Dopo 30 anni Ariedo Braida lascia il Milan