Calciomercato Milan, Squinzi pronto ad acquistare il Club rossonero?

Oggi si è diffusa la notizia che se fosse confermata avrebbe del clamoroso. Sembra infatti che l’attuale presidente della Confindustria Giorgio Squinzi e patron del Sassuolo, grande appassionato di sport, in particolare il ciclismo (in passato, con la sua azienda Mapei, sponsorizzò una squadra ciclistica contribuendo al suo trionfo negli anni 90), sarebbe intenzionato ad acquistare il Milan di Berlusconi.

Infatti, nonostante sia il patron del Sassuolo dal 2002, ha sempre voluto rivendicare la sua passione per la squadra rossonera, rilasciando lo scorso aprile, quando ormai la promozione della sua squadra in A era vicina, delle dichiarazioni che fecero quanto meno storcere il naso a buona parte dei tifosi della squadra neroverde. Intervistato da Tuttosport disse:“Se tutto andrà come sembra, l’anno prossimo saremo in serie A. Ma se mi chiedete per chi farò il tifo, in Milan-Sassuolo, non ci penso nemmeno un attimo: Milan. Piuttosto, la vera partita che attenderò per una stagione intera sarà quella con l’Inter: perché lì so che vincere sarebbe coronare il sogno di una vita”.

Non c’è dubbio, la sua passione per il Milan è davvero viscerale, tanto da pensare di acquisirne la maggioranze delle quote societarie e i presupposti ci sarebbero eccome. Purtroppo la situazione finanziaria del Milan non è delle migliori, infatti negli ultimi tempi, Berlusconi per sconfitte dal punto di vista legale, ha dovuto elargire centinaia di milioni, come nel caso del “Lodo Mondadori”, e tutto questo lo ha indotto non solo a non investire più come una volta nella squadra, ma addirittura, spinto dalla famiglia, a pensare seriamente alla cessione della società.

Berlusconi Milan

Lo stesso Squinzi tre anni fa stava entrando nel Cda del Milan con una percentuale che non lo avrebbe portato alla maggioranza. Avrebbe investito 350-400 milioni di euro, l’affare però non andò in porto e in seguito conquistò la serie A con il Sassuolo. Così lo scorso 5 aprile rilasciò una dichiarazione sul nuovo stadio del Milan: “Una città come Milano può trovare le risorse e se mi chiamassero, darei il mio contributo”.

Tutti questi indizi come si dice fanno una prova, ma per lo meno sapremo che in caso di cessione del club rossonero a Squinzi, il Milan finirebbe nelle mani di una persona a cui la fede rossonera non manca. Berlusconi permettendo.

Leggi anche->Buon Compleanno Milan

Leggi anche->Amarcord Milan: i Palloni d’Oro rossoneri

Leggi anche->La migliore top 11 della storia del Milan