Calciomercato Roma 2013/2014, probabili acquisti e cessioni: rivoluzione?

Il derby perso domenica è costato alla Roma Coppa Italia, un posto per Europa League la pazienza dei tifosi.

Dopo la contestazione di domenica la dirigenza ha capito che quest’estate, nonostante le ingenti perdite economiche dovute ai risultati deludenti delle ultime due stagioni, deve darsi da fare per riconquistare i tifosi ma soprattutto credibilità in campionato.

L’obbiettivo per la prossima stagione rimane sempre un posto per l’Europa League; prima però bisogna risolvere le molte questioni societarie legate ad acquisti, cessioni e conferme. Uno dei primi punti di partenza, rappresenta l’assetto societario e, in particolar modo, la conferma di Franco Baldini. Il Dg é accusato di aver sbagliato molto dopo il suo ritorno a Roma e, come riportato dall’edizione odierna de “Il Messaggero”, potrebbe essere messo alla porta per far ritorno in Inghilterra dove il Tottenham lo aveva già cercato l’estate scorsa. In caso di una sua possibile permanenza invece, Baldini convincerà Pallotta a fissare un incontro per il rinnovo di Totti, per cui fin adesso nessuno si è fatto ancora avanti.

roma totti

Intanto Sabatini è già a lavoro per sfoltire e migliorare la rosa per l’allenatore che verrà: sulla lista dei partenti ci sono Osvaldo per il quale è pronta un asta (anche se l’Atletico Madrid è la favorita ad aggiudicarselo), Goicoechea e Piris non verranno riscattati, Tachtsidis verrà mandato al Genoa (squadra con la quale è in comproprietà), Nico Lopez in prestito (Catania o Hellas Verona). Questioni più complicate le situazioni legate a Pijanic e Stekelemburg: il bosniaco è corteggiato da Tottenham e Bayern Monaco anche se la società non sembra pronta a lasciarlo andare; il portiere olandese invece è pronto ad approdare al Fulham.