Calciomercato Serie A: Affari Conclusi 3 gennaio 2017

Gli affari già conclusi nel massimo campionato italiano

Inizia il calciomercato della Serie A, ma alcune squadre si sono già portate avanti. Ecco tutti gli affari già conclusi al 3 gennaio 2017.

Il calciomercato riapre i battenti domani 3 gennaio. La Serie A avrà la sua possibilità di modificare le rose e cercare maggiore competitività. Alcune società sono già riuscite a portarsi avanti, nel tentativo di anticipare le concorrenti.

Il primo colpaccio di calciomercato è arrivato dal Napoli, che si è assicurato le prestazioni di Pavoletti. La punta del Genoa arriverà per 15 milioni di euro più 3 di bonus, per un accordo già raggiunto. Sarri non avrà più problemi di punte con il classe ’88, chiamato a coprire l’assenza di Milik.

La Juventus non è rimasta a guardare e si è assicurata le prestazioni di Rincon, sempre dal Genoa. Il centrocampista arriva in prestito oneroso da 2 milioni, con obbligo di riscatto da 7 più uno di bonus. Anche l’Inter pensa al rinforzo in mediana, con Gagliardini a un passo. Suning vuole spendere ben 27 milioni di euro per il classe ’94, per una trattativa ben avviata e vicina alla conclusione.

Mentre il Milan spinge per Deulofeu, la Roma pensa a liberarsi di Iturbe prima di un nuovo acquisto. L’argentino è a un passo dal Torino, che lo vuole in prestito con diritto di riscatto. Nell’operazione anche il pagamento anticipato del cartellino di Iago Falque, che rimarrà in Piemonte.

Gli affari delle piccole

Il Bologna ha perfezionato un ritorno in Serie A: Cerci arriva in prestito dall’Atletico Madrid. Nell’affare una clausola di obbligo di riscatto dopo otto presenze. Il Sassuolo prende Aquilani dal Pescara, che riprende Mandragora in prestito secco. Insieme al centrocampista arriva Stendardo, ormai ai margini dell’Atalanta. Per completare la rosa si pensa a Thiem del Paok Salonicco, ma il nome più caldo è Ledesma. In uscita Verre vicino alla Sampdoria, a cui si aggregherà da quest’estate.

Il Genoa ha preso il centrocampista Morosini e il giovane Beghetto dalla Spal. L’Atalanta sta perfezionando la cessione di Caldara a partire dal 2018: intanto arriverà il difensore Mancini. Verso il ritorno in A anche Simone Zaza, che ha rifiutato la pista Valencia dopo l’addio di Prandelli.