Calcioscommesse Catania Calcio, Striscione Curva Nord contro Pulvirenti

Sconvolta e amareggiata, la Curva Nord del Catania ha fatto sentire ancora una volta la sua voce. Riunita in Piazza Dante, la tifoseria rossazzurra ha esposto uno striscione contro Pulvirenti, presidente del club etneo coinvolto e arrestato per calcioscommesse. La Curva Nord, come già fatto in passato, si allontana dal patron rossazzurro, ma allo stesso tempo si mostra unita e compatta nonostante il futuro ancora incerto e l’ombra della Lega Pro sempre presente.

Il cuore della tifoseria catanese ha dato vita a un corteo nel quale è stata ribadita la posizione della Curva Nord e di tutti i supporter del Catania, traditi da chi doveva tenere ancor di più a quella squadra e che invece ne ha danneggiato la reputazione nel peggiore dei modi. Proprio in Piazza Dante è stato esposto lo striscione: “Arresto Pulvirenti quota 1.20” accompagnato da un messaggio d’amore nei confronti di quella squadra, il Catania, che la Curva Nord non ha intenzione di abbandonare: “La vera forza del Catania siamo noi, noi che ci siamo sempre stati – ribadiscono i tifosi rossazzurri – . Dobbiamo restare uniti anche in Terza Categoria”.

Tra lo sconforto generale i tifosi del Catania, rappresentati dalla Curva Nord cuore pulsante del tifo rossazzurro, chiedono chiarezza e “qualche certezza” per quel futuro ancora così grigio: “Se alla fine le accuse si tradurranno in realtà, Catania pagherà un prezzo salatissimo. Non sappiamo ancora dove giocheremo. Chi è adesso il nostro presidente? Tra poco scadranno i termini per iscriversi al campionato e siamo nelle mani di nessuno”.

Leggi anche: