Calcioscommesse Catania, il Trapani si dichiara estraneo ai fatti

Trapani-Ternana

Tra le partite finite sotto indagine e truccate dai dirigenti del Catania, oggi arrestati, figura anche Catania-Trapani, partita vinta in rimonta dagli etnei e che ha destato le prime perplessità negli investigatori. Tramite un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito, il Trapani si dichiara estraneo ai fatti relativi allo scandalo sul calcioscommesse che ha invaso la provincia etnea.

Poche righe quelle nelle quali il Trapani si dice stupito nell’apprendere il coinvolgimento nell’indagine sul Calcio Catania di alcuni tesserati amaranto. I dirigenti del Catania, tra cui Pulvirenti, Delli Carri e Cosentino, erano riusciti a corrompere alcuni calciatori del Trapani e le intercettazioni delle telefonate intercorse tra gli uomini rossazzurri ne sono la testimonianza. Tuttavia la società amaranto precisa il suo non essere a conoscenza di quanto accaduto tra alcuni dei propri tesserati, nei confronti dei quali verranno presi dei provvedimenti, e i dirigenti del Catania.

Di seguito il comunicato ufficiale del Trapani: “Apprendiamo con stupore dell’indagine svolta dalla Procura di Catania che vede coinvolti anche alcuni nostri tesserati. Fiduciosi e rispettosi del lavoro svolto dalla Magistratura confidiamo che la vicenda possa risolversi nel più breve tempo possibile”.

Leggi anche: