Calcioscommesse, Parma a rischio: Tommasi lancia l’allarme

Il Parma potrebbe essere una delle squadre più a rischio di calcioscommesse con la situazione di emergenza che sta attraversando. A rivelarlo è il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi che ha lanciato l’allarme: “Scendendo in campo in situazioni di emergenza e di acclarata difficoltà economica come quella del Parma, il rischio è quello di rientrare in vicende poco gratificanti per il mondo dello sport, legate a risultati non corretti e quindi mettersi a rischio diventa difficile per i singoli giocatori”. La paura che il calcioscommesse possa impossessarsi ancora del calcio italiano è quindi alta e cos’ il numero uno dell’Aic ha voluto mettere le mani avanti.

“Con quello che è successo negli anni scorsi e purtroppo sta succedendo ancora a livello internazionale legato alle scommesse ed alla regolarità dei campionati, c’è preoccupazione”, continua il sindacalista al termine del rinnovo dell’accordo di programma fra Coni e il Ministero del Lavoro per la promozione delle politiche di integrazione nello sport. Secondo Tommasi è oggi inspiegabile che una società si possa trovare in una crisi così importante visto che “…con i contratti Tv che ci sono e la programmazione che dovrebbe essere pluriennale”. Così se entrò metà febbraio non c’è il pagamento degli stipendi i giocatori procederanno con la messa in mora della società.

Leggi anche: