Calcioscommesse, per Conte chiesti sei mesi

Il processo sul calcioscommesse, filone di Cremona, prosegue e proprio in questi minuti il PM ha avanzato la richiesta di sei mesi per Antonio Conte, attuale Ct della Nazionale e all’epoca dei fatti allenatore del Siena. Coinvolto nello scandalo scommesse, su Conte pesa l’accusa di frode sportiva per un unico episodio relativo ad Albinoleffe-Siena, partita disputata il 29 maggio del 2011. Frode che prevedeva una pena di 2-3 anni.

Usufruendo del rito abbreviato, Antonio Conte ha potuto usufruire di una riduzione di 1/3 della pena, ma l’attuale Ct della Nazionale si è sempre proclamato estraneo ai fatti e proprio su questa strada si sono sempre mossi i suoi legali, certi di poterne dimostrare l’innocenza. Nel corso del processo sul calcioscommesse tenutosi questa mattina il PM di Cremona ha quindi avanzato la propria richiesta: sei mesi per Antonio Conte. Per lunedì 11 aprile 2016 è attesa la replica da parte dei legali del Ct della Nazionale e futuro allenatore del Chelsea.

TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIOSCOMMESSE