Calleri all’Inter? “Devo solo firmare”

VOTA QUESTA NOTIZIA

Calleri ormai a un passo dall’Inter, tant’è che dichiara: “Devo solo firmare”. Che Calleri fosse oggetto di un forte interesse da parte dell’Inter lo si sa ormai da qualche settimana. Quello che non si sapeva era fino a che punto era arrivato l’interesse della società nerazzurra nei riguardi di questa giovane promessa argentina. Bene ci ha pensato Calleri stesso, in un’intervista a ESPN, a far sapere a tutti che “la società Boca Junior e l’Inter hanno trovato già un accordo ed ora sta solo a me decidere se firmare per la società italiana oppure no”. Quindi la prima considerazione che viene è che l’interesse è andato oltre e si sono già trovati accordi.

“Io mi sono sempre trovato bene al Boca e vorrei tanto giocare con loro la finale della Libertadores, ma so anche che il treno che sta passando è un treno importante, che mi porterebbe a giocare in una delle società più importanti d’Europa e su campi dove mi confronterei con i più forti del mondo. È una cosa molto stimolante. Credo che sarà difficile che io possa restare”. Quindi il giocatore ha lasciato intendere che lui, anche se ancora non c’è alcuna firma, è ben disposto al trasferimento all’Inter, dopo che già quest’estate era stato accostato al Palermo di Zamparini.

Calleri è un giovane di 22 anni che negli ultimi tempi è un po’ sbocciato, salendo alla ribalta per le sue performance in sostituzione di Osvaldo a seguito di un infortunio. Il ragazzo ha classe, fiuto del gol, personalità ed è stimato nel suo spogliatoio. Insomma i numeri ci sono tutti per diventare “grande”, ma come spesso è successo, gli attaccanti che arrivano dal Sud America incontrano molte difficoltà ad adeguarsi sia alla bravura tattica delle difese che alla tecnica dei singoli difensori italiani. Solo pochi, rispetto a tutti quelli che hanno calcato i campi europei, hanno veramente sfondato, ma poi, quando lo hanno fatto, sono diventati tra i più forti del mondo, come Ronaldo e Batistuta, per citarne due recenti, o Altafini e Amarildo, quest’ultimo sostituto di Pelè ai mondiali del Cile nel lontano 1962, per ricordare la storia del calcio degli anni ‘50/’60.

Pare quindi che oramai sia questione di poco ed anche Calleri dovrebbe far parte della squadra di Mancini. Ma tra le ipotesi che ancora si fanno, ci sarebbe anche la possibilità che il giocatore venga “parcheggiato” in una squadra minore, si parla di Atalanta o Bologna, per farsi le ossa sul campionato Italiano. Quello che dice Calleri è “Devo solo firmare”, il che comunque fa sottintendere che anche con lui i contatti siano ben oltre e che si stia discutendo di contratti.

CALCIOMERCATO INTER: TUTTE LE NOTIZIE