Cassano dopo la lite con Buffon: "Abbiamo vinto solo quando non c'era"

Antonio Cassano, quando ormai il Mondiale è terminato da qualche giorno per gli azzurri, ritorna sul tema che è di attualità in questo momento, cioè di chi sono le colpe della disfatta mondiale.

Dopo le immagini che stanno facendo il giro del web in cui ci sono Buffon e, proprio, Cassano che, durante l’atterraggio, battibeccano, il barese, in un’intervista, ha solo parole al veleno per il capitano della nazionale e della Juventus. Cassano avrebbe detto: Abbiamo vinto solo quando non c’era” – poi ha continuato – “Noi giovani ci siamo impegnati e abbiamo lavorato come gli altri, abbiamo fatto tutto quello che potevamo, non è possibile che questi devono sempre fare la morale e dividere i buoni dai cattivi. Se avessimo vinto, vincevano loro. Invece abbiamo perso soltanto noi”. Se sommiamo queste parole agli accadimenti e i litigi possiamo capire che la situazione nella spogliatoio dell’Italia non era una delle migliori.

Mai nella storia della Nazionale il gruppo è stato così disunito. Prima le accuse dei “senatori” Buffon e De Rossi nei confronti dei giovani che peccavano di impegno, poi il tweet di Balotelli e adesso la risposta “al veleno” di Cassano ci portano a capire quale, più di tutte, è stata la causa del fallimento al Mondiale brasiliano; la poca unione della nazionale. Nessuno voleva “vendere la propria anima” per raggiungere l’obbiettivo comune che era quello di passare, almeno, agli ottavi.

Nell’ambiente azzurro c’è stato anche il “terremoto” causato dai dimissionari Prandelli e Abete che hanno lasciato il vuoto in due posizioni fondamentali per la nazionale. Il primo era il cittì e il secondo era il presidente della F.I.G.C. Si fanno tanti nomi per occupare le poltrone lasciate vuote ma c’è anche tanta confusione che, in questo momento, regna sovrana nel nostro calcio.

Per ripartire serve un progetto importante. Progetto che per vari e misteriosi motivi sembra impraticabile nell’immediato.

Leggi anche –> Svolta Fifa, Blatter apre alla moviola in campo

Leggi anche –> Bonucci-Balotelli, rissa negli spogliatoi: “Mario Sei un imbecille”