Catania, Francesco Lodi torna da protagonista in Sicilia

Aveva lasciato un vuoto incolmabile nel centrocampo del Catania. Quando era stato ceduto al Genoa quest’estate, Francesco Lodi non poteva certo immaginare di tornare in Sicilia così presto. Dopo aver passato sei mesi difficili in Liguria, il centrocampista classe ’84 è tornato al “Massimino” ed è subito rinato. L’aria di “casa” lo ha fatto risorgere come una fenice, e già dalla prima partita Lodi ha dimostrato di essere determinato a fare bene. Esordio con gol e assist per lui nella sfida contro il Bologna, e il Catania respira un po’ agganciando il Livorno in penultima posizione.

Il Catania senza il suo “artista” non era riuscito a ripetere le imprese della scorsa stagione, arrancando e trovandosi all’ultimo posto in classifica con soli 10 punti. Senza le geometrie dettate dal numero 10 etneo, la squadra rossazzurra aveva perso un elemento fondamentale, non sostituito degnamente dal greco Tachtsidis. Tuttavia neanche Lodi lontano da Catania è riuscito ad imporsi. A Genova dopo l’esonero di Fabio Liverani, è stato utilizzato pochissimo dal tecnico Gasperini, che non lo ha ritenuto idoneo al suo modulo di gioco.

Lodi Francesco

Solo 9 presenze in rossoblù e due reti, di cui una nel derby contro la Sampdoria. Troppo poco per un giocatore che in due stagioni e mezzo a Catania aveva collezionato 90 presenze e 20 gol. La seconda avventura in Sicilia di Lodi, però, è appena iniziata, e “Ciccio” è già pronto a fare ancora meglio, cercando di portare la sua squadra ad un insperata salvezza. Lacrime di commozione per lui nel giorno dell’Epifania, che dovranno trasformarsi in cattiveria per riuscire nell’impresa.

Leggi anche –> Christian Vieri attacca Rinaudo e Sconcerti su Twitter

Leggi anche –> Genoa-Sassuolo 2-0, Video Gol e Sintesi