Catania-Milan, Silvestre torna titolare contro la sua ex squadra

Catania-Milan sarà una partita diversa dalle altre per Matias Augustin Silvestre che a Catania ha vissuto anni importanti che lo hanno formato e aiutato ad emergere. Partita ancora più importante se si considera che l’argentino debuttò in Serie A proprio contro i rossoneri: era il 27 febbraio del 2008, quasi un mese dal suo arrivo in rossazzurro, quando venne schierato titolare in Catania-Milan, finita allora sul punteggio di 1-1.

Alle pendici dell’Etna ha trascorso i suoi anni migliori, che lo hanno portato a essere protagonista e colosso della difesa siciliana sino a ricoprire il ruolo di capitano a seguito della partenza di Giuseppe Mascara e a divenire uno dei migliori difensori in Serie A. A distanza di più di due anni, dopo le parentesi con Palermo e Inter, Silvestre ritroverà l’atmosfera del Massimino dall’altro lato della barricata.

Matias Silvestre

Anche questo Catania-Milan sarà, in qualche modo, decisivo per quel che è la sua carriera e il suo futuro in rossonero. Visti i numerosi infortuni che hanno colpito il reparto difensivo del Milan, sarà proprio l’argentino a ricoprire un posto da titolare contro gli etnei, come ha confermato nella consueta conferenza stampa della vigilia mister Allegri. Un’occasione unica per il giocatore che in questo modo potrà dimostrare al suo allenatore di essere all’altezza della situazione, mettendo in mostra tutte le sue qualità e magari coronando il tutto andando a segno con un altro gol.

Nonostante le sole due presenze in campionato in questa stagione, la prima contro l’Udinese, partita vinta dai rossoneri per 1-0 che sembrava dovesse essere la svolta per questo Milan, infatti, Silvestre ha già realizzato una marcatura nella partita persa contro il Parma per 3-2. Chissà se il Massimino, proprio come nei suoi primi anni in Italia, potrà essere anche in quest’occasione un campo fortunato per Silvestre.

Leggi anche-> Catania-Milan: Allegri in conferenza stampa

Leggi anche-> Catania-Milan: al Massimino per ritrovare la serenità?

Leggi anche-> Catania-Milan: l’ultimo precedente (Video)