Cerci al Milan, l'attaccante non convocato per Spalato-Torino

Alessio Cerci e il Milan non sono mai stati così vicini. L’attaccante non è stato convocato dal tecnico granata Ventura per il debutto stagionale del Torino in Europa League e questa scelta sembra essere un chiaro segnale di mercato: Cerci lascerà il Torino e, molto probabilmente, rimarrà in Italia per vestire la maglia del Milan.

Sono bastati pochi giorni e un pranzo, quello avvenuto ieri tra l’Ad rossonero Adriano Galliani e il presidente del Toro Urbano Cairo, per riaprire una trattativa apparentemente chiusa solo un giorno prima a seguito del primo rifiuto dei granata alla proposta rossonera. Il Milan ha quindi rilanciato l’offerta, che si aggira intorno ai 12-14 milioni di euro, e la società piemontese ha risposto con la mancata convocazione di Cerci per il preliminare d’andata di Europa League. Risposta singolare, ma comunque efficace e che lascia ben sperare il Milan e i suoi tifosi.

Cerci si avvicina al Milan e chissà che a Milanello il presidente Berlusconi non vada accompagnato. I prossimi giorni, o meglio le prossime ore, potrebbero quindi portare delle buone nuove a Pippo Inzaghi che potrebbe così avere il tanto sognato esterno d’attacco, nonché sua prima scelta, Alessio Cerci.

Leggi anche: