Silvio Berlusconi non molla e, sebbene negli ultimi giorni non siano state fatte mosse decisive per la trattativa tra Fininvest e la cordata cinese, nulla sembra ostacolare l’acquisizione del 70% del Milan da parte degli orientali.

Quello che è certo è invece il ruolo che l’attuale numero uno rossonero avrà nel caso di una definitiva cessione delle quote societarie. Presidente onorario, sembra sarà questo l’incarico che Berlusconi ricoprirà all’interno del club anche se la negoziazione con i possibili compratori potrebbe chiudersi più tardi del previsto.

Silvio Berlusconi vuole valutare per bene tutti i dBerlusconiettagli come del resto ha fatto finora. A fronte di una situazione economica critica causata anche dalla non partecipazione alle Coppe Europee, il capo della società di via Aldo Rossi non demorde e, con una politica orientata a risanare le casse del club, ha preso personalmente in mano la situazione.

Difficile pensare dunque che anche a trattativa conclusa il Presidente sia disposto a lasciare il comando della squadra. Rimanendo nel suo ruolo, seguirebbe personalmente i lavori di ‘restauro’ necessari al team per tornare a essere competitivo, a partire dallo staff tecnico che potrebbe restare nelle mani di Brocchi .

Nella remota ipotesi che Berlusconi decidesse di abbandonare le scene è probabile che all’interno del Milan avverrebbe una vera e propria rivoluzione, ma attualmente la possibilità che questa ipotesi si verifichi è più che remota.

LEGGI ANCHE: