Non solo in Italia ma anche in Cina si parla della cessione del Milan, come riporta il quotidiano sportivo online, milannews.it. L’accordo, a quanto pare, è stato già raggiunto per la quota maggioritaria del club rossonero (il 70%). L’ultimo ostacolo per una cessione completa potrebbe essere il nodo del restante 30%.

Infatti, quel 30% potrebbe rimanere nelle mani dell’attuale presidente del Milan, Silvio Berlusconi, che potrebbe detenerlo per i prossimi due o tre anni. Il presidente, che rimarrebbe in carica fino alla completa cessione del Milan, chiederebbe continue garanzie: in primis sull’identità degli investitori che fanno parte della cordata.

Non solo questo però: infatti Silvio Berlusconi, chiede anche quali siano le cifre e le percentuali che ogni investitore avrebbe intenzione di acquisire. Queste informazioni, riportate da un quotidiano cinese, ora riportano anche degli aggiornamenti. Sembrerebbe infatti che si stiano ancora discutendo sulla governance e sulla struttura finanziaria del club, in caso di cessione.

Se tutto dovesse andare nel modo giusto, entro il 20 giugno 2016, potrebbe concludersi la trattativa e quindi la definitiva cessione del 70% delle quote societarie del club del Milan.