Ecco l’intervista integrale di Silvio Berlusconi, fatta ad Aria Pulita su 7 Gold, riportata da milannews.it:

Sulla trattativa: “Stiamo negoziando con queste fondazioni cinesi a partecipazione estera. Concluderemo questa negoziazione solo se questi investitori si dimostreranno disponibili a dare contrattualmente queste assicurazioni. Non si può fare una scelta diversa da parte nostra. L’ultima decisione dopo 30 anni di gestione è di trovare una continuazione adeguata per portare il Milan ad essere protagonista”.

Sulla decisione di cedere: “Stiamo negoziando con una nuova proprietà solo perché oggi con i costi a cui si è arrivati nel calcio, con addirittura stati che hanno comprato delle squadra, i prezzi sono impossibili da sostenere per una famiglia. Questo ci ha messo nella necessità di trovare un’altra soluzione, se questo non fosse possibile o chi venisse non si impegnasse a porre i mezzi necessari per competere con le grandi squadre, continueremo a tenere il Milan e sarò felice di farlo, ma bisognerà andare verso un’altra direzione, magari con un italia di giovani. Richiederebbe un po’ di tempo e di pazienza, ma i tifosi non hanno memoria del passato e nemmeno pazienza, ma questa l’unica soluzione se non troveremo acquirenti”.

Sulle sensazioni: “Sono ottimista, spero di essere arrivati al momento giusto. Abbiamo trattato con una decina di gruppi, questo è quello che si è dimostrato più serio e deciso di fare del Milan una squadra di livello mondiale. In Cina il calcio è diventato uno sport centrale, lo stato ha deciso che nelle scuole ci saranno due ore di insegnamento alla settimana dedicate al calcio. I gruppi con partecipazione dello stato sono interessati ad acquistare una squadra come il Milan”.