Cedere il 70% del Milan per Berlusconi non è certo un affare da poco. Pertanto il presidente rossonero ha voluto verificare attentamente l’affidabilità economica (e non solo) della cordata cinese pronta a rilevare la società. L’obiettivo è quello di riportare il club ai vecchi fasti e rendere la squadra competitiva in Italia e in Europa.

Un Milan in sordina quello degli ultimi anni che adesso, con la nuova dirigenza in arrivo da oriente, potrebbe sperare in nuovi capitali così da tornare protagonista del panorama calcistico.

Assicuratosi dunque della solidità dei futuri proprietari, Silvio Berlusconi ha chiesto agli uomini berlusconi-cinesi-milandi Fininvest di strutturare insieme ai cinesi un piano finanziario triennale così da fare una prima stima degli investimenti possibili.

Subito bisognerebbe pensare infatti all’aspetto tecnico sia in panchina sia in campo. Se la trattativa andrà a buon fine, l’esito potrebbe arrivare entro fine giugno.

Qualora dunque il Milan si trovasse tra le mani un budget consistente, diventerà fondamentale non sbagliare un colpo nella campagna acquisti per il prossimo anno.

LEGGI ANCHE: