Un Silvio Berlusconi inedito quello riportato nell’edizione di stamane del Corriere dello sport. Secondo il noto quotidiano sportivo, infatti, il presidente rossonero sarebbe stizzito dal comportamento dei cinesi.

Berlusconi vorrebbe cedere, restando però presidente per un altro triennio, ma i cinesi non la pensano come lui: “In caso di cessione della società ho chiesto di restare presidente del Milan per almeno 3 anni. È un obbligo mio, ma loro (i cinesi) mi vorrebbero cacciare”.

Parole durissime, che mostrano gli ancora tanti tentennamenti del presidente rossonero, nonostante la trattativa sia giunta in una fase delicata. Cedere una società dopo trent’anni non è facile, ma evidentemente c’è qualcos’altro sotto che non ha ancora convinto del tutto Berlusconi, sempre molto attento e meticoloso per quanto riguarda gli affari.

I cinesi vorrebbero chiudere in tempi brevi, come dimostra l’incontro che si terrà in settimana con alcuni rappresentanti della cordata in occasione della finale di Champions League, ma Berlusconi chiede invece di spalmare la cessione in diverse fasi, con il 70% subito ed il restante 30% in 3 anni.

LEGGI ANCHE:

Calciomercato Milan: Suso al Sassuolo?

Milan, Tapiro D’oro a Brocchi: Le Dichiarazion