Sul nuovo allenatore del Milan si sa ancora poco, come pure sul futuro societario e sul calciomercato della squadra rossonera. Se gli investitori stranieri dovessero davvero sbarcare in quel di Milanello, allora il nuovo allenatore del Milan sarà molto probabilmente uno straniero.

Scendono per questo motivo le quotazioni dell’Aeroplanino Montella e di Marco Giampaolo. Salgono in maniera evidente le chances di Unai Emery, l’artefice del miracolo Siviglia. Galliani era rimasto affascinato già due anni fa, poi non se n’è fatto nulla, ma le probabilità di vederlo nel nostro campionato salgono vertiginosamente.

Secondo l’identikit cinese e la concezione calcistica dei futuri proprietari asiatici, il tecnico deve infatti essere un manager all’inglese che interviene sul mercato e anche per questo motivo al momento non è previsto l’arrivo di un nuovo ds.

L’identikit perfetto per gli uomini rappresentati nella trattativa dall’advisor Sal Galatioto è quello di Unai Emery, il tecnico basco che ha scritto la storia nell’ultimo trienno con il Siviglia, unica squadra a trionfare in Europa League per tre anni di seguito.
Contratto fino al 2017 con gli andalusi, Emery guadagna 2,5 milioni a stagione. L’anno scorso sembrava a un passo dal Napoli, poi scelse di rinnovare con il Siviglia.

Rudi Garcia pare essere l’alternativa low cost. L’ex allenatore della Roma attualmente è senza panchina e sarebbe ben contento di tentare il rilancio. Garcia nuovo allenatore del Milan? Ipotesi possibile ma non certo così probabile. I cinesi conoscono il tecnico francese ma non impazziscono al pensiero di una sua possibile candidatura, la situazione è semplice quanto chiara: Emery è l’unico nome che convince davvero tutti.