Per i nuovi investitori cinesi la questione stadio è una priorità: negli investimenti previsti, andranno sul piatto diverse centinaia di milioni per la ristrutturazione del vecchio San Siro oppure cifre ancora più elevate per la costruzione di uno stadio completamente nuovo, riprendendo magari anche la vecchia idea del Portello nata da Barbara Berlusconi.

Questo è l’ultimo aggiornamento del piano finanziario proveniente dalla Cina, che adesso recita più o meno così, come rivelato da Il Sole 24 Ore: circa 600 milioni per acquistare il 70% del Milan (esclusi i debiti per i quali si provvederà a un nuovo finanziamento), altri 400 milioni come risorse per la campagna acquisti quinquennale del Milan e infine altri 400 milioni per ammodernare di San Siro (cifra da dividere con l’Inter) oppure una cifra ancora maggiore ma per costruire un nuovo stadio.

Tutti gli aggiornamenti sono stati sottoposti a Berlusconi da Nicholas Gancikoff, responsabile europeo dell’advisor americano Sal Galatioto, ora si attende la risposta del presidente.

LEGGI ANCHE:

Calciomercato Milan, Berlusconi: “Ibrahimovic? Ha le stesse cifre del Monopoli”

Milan, Nazionali: Anche Honda infortunato