Cessione Milan: Mercato di Prestiti fino a Settembre?

Cessione Milan – La cifra garantita dai cinesi dopo le firme non è sufficiente per il mercato rossonero, che potrebbe essere caratterizzato quasi esclusivamente da prestiti con obbligo di riscatto.

La cessione del Milan trova un ostacolo non da poco, ovvero l’investimento iniziale che i cinesi hanno pianificato per il mercato estivo. Solo un anticipo da 15 milioni sui 100 previsti, cifra ovviamente irrisoria per sostenere una campagna acquisti di livello.

Aspettative disattese? Forse. A parlare in collegamento da Milanello è stato Peppe Di Stefano, che ha evidenziato un possibile escamotage che i rossoneri potrebbero adottare per risolvere facilmente il problema economico da ostacolo per il mercato.

“I cinesi concederanno un anticipo da 15 milioni di euro di quei 100 da versare alla chiusura della trattativa nelle prossime settimane: soldi che sarebbero pochissimi da usare sul mercato, ma si può aggirare l’ostacolo – ha detto il giornalista – Vendendo Bacca arriverebbe una cifra vicina ai 30 milioni, escludendo successivamente anche dai 15 milioni i 9,6 usati da Berlusconi per Lapadula e aggiungendo il milione e mezzo incassato dal Bologna per Verdi».

Calcoli matematici che danno speranza alle casse del Milan il cui unico obiettivo è rinforzare la squadra in vista della prossima stagione. Per portare a Milanello dei giocatori prestigiosi l’alternativa potrebbe essere anche il prestito oneroso con obbligo di riscatto, in questo modo ad esempio si potrebbe concretizzare facilmente l’ipotesi Musacchio.

“Il mercato è e resta lento, ed è una questione tecnica”, aggiunge di Di Stefano, “ma in quel modo magari riesci anche a fare una buona squadra”.

LEGGI ANCHE: