Nuovo capitolo dell’avvincente vicenda relativa alla cessione del Milan. Si arriva oggi a una svolta imprevista, a un possibile cambio di rotta che potrebbe portare Silvio Berlusconi a prendere nuovamente in considerazione un vecchio nome: Mr. Bee.

In occasione del consueto pranzo del lunedì con la sua famiglia, il presidente rossonero aggiornerà tutti su come procede la trattativa per la vebee-taechaubolndita del club. Nel futuro della società ci sono adesso tre possibilità: essere acquisita per il 70% dalla cordata cinese guidata da Sal Galatioto, restare in mano all’attuale dirigenza o ritrovarsi di nuovo al bivio con il manager thailandese, dileguatosi già lo scorso inverno dopo il fallimento dell’acquisizione del 48% delle quote del Milan.

Rivalutare dunque l’ipotesi Mr.Bee? Può essere. Un anno fa il mancato raggiungimento dei 480 milioni di euro per aggiudicarsi la minoranza rossonera aveva spinto il thailandese a ritirarsi dalle scene e tornare in patria, così da cercare nuove idee e capitali per riconsiderare magari l’ipotesi Milan.

LEGGI ANCHE: