Cessione Milan, Salute Berlusconi al primo posto

La salute di Silvio Berlusconi al primo posto. È questa la decisione presa in accordo con la cordata cinese che si è dimostrata comprensiva e disposta a far slittare ulteriormente la trattativa per la cessione del Milan.
Il presidente rossonero dovrà sottoporsi a un delicato intervento cardochirurgico martedì prossimo e i medici gli hanno imposto assoluto riposo. Le notizie che giungono dall’ospedale San Raffaele di Milano sono poche e passano attraverso la famiglia. Anche le visite e le comunicazioni con lo stesso Berlusconi sono ridotte al minimo indispensmilan-berlusconi-abile. La figlia Marina, proprio ieri si è dimostrata ottimista affermando di aver trovato il padre in buone condizioni.
Nessun allarmismo dunque, ma è chiaro che davanti a una situazione di questo tipo il futuro societario del Milan passi in secondo piano.

L’affare per il passaggio del 70% del club in mani orientali si sarebbe dovuto chiudere entro il 20 giugno ma a questo punto è tutto rimandato in attesa che Silvio Berlusconi sia in grado di partecipare attivamente alla trattativa.

LEGGI ANCHE: