Cessioni Inter, Mudingayi e Mariga via per far posto ad Hernanes?

Dopo la clamorosa operazione di mercato con la Juventus, con lo scambio Vucinic-Guarìn che ha letteralmente fatto infuriare i tifosi interisti, la società nerazzurra continua la sua campagna di rafforzamento per dare una sterzata decisiva ad una stagione, finora, mediocre. Il rafforzamento, però, passa attraverso le cessioni.

Ecco che, dopo Guarìn e l’ormai molto probabile addio anche a Ranocchia, Branca e Ausilio stanno provando a cedere altri due giocatori: Gabi Mudingayi e McDonald Mariga. Il centrocampista belga, infatti, dopo essere giunto in nerazzurro nell’estate 2012, è stato vittima nella passata stagione di un bruttissimo infortunio (rottura del tendine d’Achille) che ne ha condizionato l’utilizzo anche in questa stagione: Mazzarri, infatti, lo ha schierato per soli 9 minuti in campionato (nella partita contro la Sampdoria), dandogli la magra consolazione di giocare le due partite disputate dall’Inter in Coppa Italia. Mudingayi vorrebbe, tuttavia, giustamente giocarsi le sue di una convocazione al Mondiale brasiliano con la sua nazionale, pertanto ha bisogno di trovare un posto da titolare: Genoa e Catania hanno chiesto informazioni su di lui, con la società rossoblù in netto vantaggio.

Mudingayi Inter

Mariga, invece, dopo essere stato uno dei comprimari, comunque fondamentali, dell’Inter del Triplete è stato vittima di numerosi infortuni e tra Parma, Real Sociedad e Inter, ha potuto giocare solo 41 partite nelle ultime quattro stagioni. Ora Mariga potrebbe tornare nella Liga spagnola, Betis Siviglia e Malaga vorrebbero il keniota sin da subito. Le cessioni di Mariga e Mudingayi frutterebbero all’Inter due piccole plusvalenze (ma comunque plusvalenze fondamentali per i conti delle casse nerazzurre), e, insieme ai soldi in arrivo dalla cessione di Ranocchia al Dortmund, il club di Thohir potrebbe dare l’assalto ad Hernanes e D’Ambrosio, portando sicuramente giocatori di qualità nella rosa.

Leggi anche–> Calciomercato Inter, si puntano due giovani olandesi

Leggi anche–> Inter, Pereira ufficiale al San Paolo