Champions League 2014: Milan zittisce gli scettici

La mentalità europea, ecco cosa contraddistingue il Milan dalle altre squadre italiane, l’unica a qualificarsi agli ottavi di Champions, considerando che le altre si sono rinforzate di più ( il Milan infatti si è limitato a prendere nel mercato estivo il sampdoriano Poli, Birsa occasione del Genoa e il baby ex empolese Saponara ) la Juve e soprattutto il Napoli hanno improntato il loro mercato estivo proprio sulla Champions League.

Un mercato importante da parte del Napoli, che comunque ha onorato alla grande la sua avventura europea battendo anche il grande Arsenal sul proprio campo con l’investimento più oneroso del campionato italiano  Higuain , una follia di questi tempi e la Juventus capeggiata dal “condottiero” Antonio Conte che comunque le sue spese le ha fatte e non certo meno onerose dei partenopei. Proprio quest’ultima sorprende di più rispetto alle altre, è vero che l’ultima partita con il Galatasaray è stata molto complicata sotto vari punti di vista a cominciare dal meteo (una non partita giocata in un campo impraticabile), ma la stessa Juventus deve fare il suo mea culpa.

Già all’inizio dell’anno si dimostra una squadra a due facce: nel campionato una schiacciasassi, mentre in Champions timorosa e non sicura dei suoi mezzi che l’hanno costretta (come il pareggio in Danimarca con il Copenaghen e il pareggio in casa con il Galatasaray) a rischiare la qualificazione proprio nell’ultima partita con i turchi. Eppure i pronostici iniziali erano completamente diversi. Invece il Milan tanto vituperato e tanto bistrattato da tutti si è dimostrata la squadra che in Champions ha una marcia in più e sarà l’unica che attenderà il sorteggio di lunedì per sapere quale squadra dovrà affrontare agli ottavi. E il sogno continua…

Leggi anche -> Milan, anche Muntari commemora Nelson Mandela 

Leggi anche -> Serie A: ecco il programma degli arbitri

Leggi anche -> Youth League: ecco chi affronterà la squadra di Inzaghi