Champions, Roma-Barcellona: i giallorossi per scrivere la storia.

Stasera ci vorrà un miracolo, Di Francesco ci crede

Ritorno dei quarti di finale di Champions League, l’A.S. Roma sogna il Miracolo, andrà a Barcellona per scrivere la storia, ecco come i giallorossi preparano la partita di stasera all’Olimpico dopo il 4-1 dell’andata.

L’incontro di stasera

Questa sera all’Olimpico di Roma sarà una serata magica, “magica” proprio come il nomignolo con cui è nota la squadra giallorossa, anche se da qualche tempo la magia sembra sparita visto che non vincono da ben 4 partite. Nonostante il pesante risultato ottenuto all’andata al Camp Nou e le speranze di una possibile “remuntada” siano più ridotte al “miracolo” che al “lumicino”, per i tifosi romanisti stasera sarà comunque una festa, i match contro il Barcellona sono quelli da riempire lo stadio e non importa se poi ci sarà l’eliminazione, ciò che conta è lo spettacolo di vedere la propria squadra del cuore affrontare quella dei fenomeni “blaugrana”, ma soprattutto del “fenomeno”, quel Lionel Messi le cui giocate fanno impazzire qualsiasi tifoseria avversaria e per cui valgono sempre il prezzo del biglietto.

Come sta preparando la sfida Di Francesco

Stasera non si faranno calcoli, non si penserà al Derby di domenica sera; già, a quella “Partita” che non sarà mai come le altre, quella che per i tifosi di Lazio e Roma vale sempre una stagione in virtù della forte rivalità capitolina, ma non stasera. Prima c’è da giocare una partita che vale più di una qualificazione. Perché il fascino di poter vincere contro una squadra di marziani, a prescindere dall’esito finale del passaggio del turno, vale come un ricordo indelebile, chiunque potrà ricordare: ” Quella sera io c’ero!”. Il tecnico capitolino Eusebio di Francesco è carico, crede in una possibile impresa contro l’armata catalana: “Dobbiamo provarci!

E fa bene, è importante motivare i suoi giocatori a fare una grande partita, tanto da schierare una squadra piu’ che offensiva: nonostante mancherà il funambolo Diego Perotti, in campo ci sarà il grande assente nella gara dell’andata, il “Ninja” Radja Nainggolan a supporto del tridente El Shaarawy, Schick e Dzeko. Sfida affascinante, ma sfida impossibile… a volte però è bello anche sognare e credere nei “miracoli”,  perchè non sono impossibili. Non è stata proprio la rivale di questa sera, l’anno scorso contro il Paris Saint Germain, a mostrare a tutti come è importante crederci sempre, fino alla fine, per raggiungere un'”impresa”? La palla è rotonda, nel calcio tutto è possibile: fosse mai che proprio stasera la Roma ritorna “Magica” e a sparire sia invece il Barcellona?