Che fine ha fatto Barrios: dallo scudetto con il Dortmund al campionato russo

Lucas Barrios per un certo periodo di tempo è stato la tentazione di mercato di tutte le squadre, sia in Italia che in Europa. Anche la Juventus era sulle sue tracce, anzi a dire il vero, ad un certo punto sembrava ufficiale il suo passaggio al club bianconero. L’argentino naturalizzato paraguaiano si mise in mostra nel Colo Colo dove segnò quarantanove reti in cinquantatre partite. Fu scoperto dall’entourage dello Borussia Dortmund che subito lo ingaggiò per 4,5 milioni di euro.

Nella squadra tedesca Barrios gioca subito titolare. Tre stagioni giocate con grande continuità, nel primo anno il Borussia va vicino al titolo, che arriverà poi nei due anni precedenti insieme ad una coppa di Germania. In tre stagioni Barrios sigla trentanove reti in ottantatre partite. Le sue prestazioni con il club tedesco fecero salire la sua quotazione, nell’estate del 2012 fu il desiderio di tutte le squadre, ma alla fine decise di accettare l’offerta del Guangzhou allenato da Marcello Lippi.

Con il club cinese ha vinto campionato e coppa, ma ha giocato poco segnando solo cinque volte. Il suo trasferimento in Oriente non ha giovato alla sua immagine, infatti ha perso tutte le estimatrici. Dopo un anno con Marcello Lippi, l’argentino decise di cambiare ancora aria poichè non era soddisfatto delle sue prestazioni al Guangzhou.

Nell’ultima stagione si è trasferito dalla Cina alla Russia, allo Spartak Mosca, che l’ha acquistato dal club cinese per sette milioni di euro. Un’altra stagione non brillante per lui che ha ottenuto quindici presenze segnando solo una volta contro il Volga. La sua stagione però è stata interrotta per due mesi da una lesione ai legamenti.

Questa è la parabola discendente di un calciatore che ad un certo punto era nelle mire dei migliori club al mondo, fra tutte forse ha scelto quella sbagliata, il Guangzhou, che non gli ha permesso di crescere ancora e per questo è andato nel dimenticatoio. Adesso sta cercando di trovare una nuova linfa in Russia, ma sembra troppo tardi.

Leggi anche –> Che fine ha fatto Manninger: dai pali della Juve a quelli dell’Augsburg
Leggi anche –> Che fine ha fatto Fabrizio Miccoli: dallo scandalo Mafia alla maglia del Lecce