Che fine ha fatto Rivaldo? Calciatore fino a 42 anni, ora presidente in Brasile

Rivaldo è sicuramente uno dei nomi che maggiormente ha scaldato i cuori dei tifosi rossoneri in sede di calciomercato ma che, allo stesso tempo, hanno visto il loro entusiasmo spegnersi così come le prestazioni buone del calciatore brasiliano, finito per essere ricordato come una semplice meteora del Milan. Era l’estate del 2002 e dopo la vittoria del Mondiale coreano col suo Brasile, il calciatore ex Deportivo La Coruna decise di rescindere il contratto col Barcellona dove ormai era diventato di troppo nonostante le spettacolari giocate di qualche stagione precedente.

Galliani piazza subito il colpo: ricco triennale per lui e tifosi rossoneri con entusiasmo alle stelle grazie all’acquisto di un campione di assoluto livello e che avrebbe potuto regalare nuova verve all’undici di Ancelotti. Proprio il tecnico di Reggiolo lo utilizzerà pochissimo: troppo lento il brasiliano, che pure vantava un contratto ricco con oltre 6 milioni di euro all’anno (forse questo fa capire il perché della crisi economica attuale del Milan…), ma che in campo non si vedeva quasi mai. Appena 5 gol in maglia rossonera e nessuno particolarmente memorabile. Addirittura Rivaldo non prenderà neanche parte alla finale di Champions con la Juventus a Manchester, ma si rifarà con la finale della Coppa Italia, vinta contro la Roma, e in cui segnò anche un gol.

Dopo i rossoneri, che salutò nel novembre del 2003, tante esperienze all’insegna del denaro: prima in Grecia con Olympiakos e AEK Atene, poi successivamente in Uzbekistan, fino a tornare in Brasile e poi provare l’esperienza in Angola, prima di chiudere definitivamente in patri. Da qualche settimana Rivaldo ha ufficializzato il suo addio al calcio: a 42 anni ha appeso le scarpette al chiodo con ben 389 reti realizzate in carriera. Adesso è presidente di una squadra brasiliana, il Mogi Mirim, militante nel campionato paulista, e con cui aveva concluso la sua esperienza da calciatore.

Ecco un VIDEO che riassume la breve esperienza di Rivaldo con la maglia del Milan:

Leggi anche: