Chi è Andrej Kramaric il giocatore del Leicester che piace al Torino?

È bello essere al centro di un’asta di mercato, specialmente quando si è giovani e determinati a mostrare il proprio talento. Lo sa bene Andrej Kramaric, attaccante croato di proprietà del Leicester, protagonista di questa vicenda. Non solo le due torinesi interessate a lui, ma pure Bologna, Genoa, Watford, Bournemouth, Valencia, Lione e Paok Salonicco.

È stato acquistato dal Leicester nella finestra invernale della scorsa stagione per una cifra vicina ai 13 milioni di euro. Tanti soldi, forse troppe le aspettative. Appena 2 presenze in Premier League in quest’annata e nessuna rete realizzata. Leggermente meglio nella scorsa stagione con 2 gol in 13 partite disputate. Comunque poco per un giocatore pagato così tanto. E pensare che doveva guidare l’attacco delle impavide volpi in cerca di prede da divorare. Invece si è dimostrato un coniglio nel territorio di caccia delle Midlands Orientali.

LA CARRIERA DI KRAMARIC

Vardy inizialmente considerato un outsider gli ha rubato il posto, usando la classica furbizia che contraddistingue le “Foxes” e trainando il club verso traguardi inattesi. Ranieri può ritenersi soddisfatto dell’andamento stagionale con l’attuale leadership della Premier, e l’ex operaio delle fabbriche di Sheffield capocannoniere. Mica male per una squadra che all’inizio aveva come obiettivo principale la salvezza, e per un ragazzo che per guadagnarsi da vivere doveva improvvisare lavori di ogni tipo. E Kramaric?

Il ventiquattrenne di Zagabria finora non ha avuto bisogno dell’improvvisazione. Può rivestire diversi ruoli nell’attacco, giocando come prima o seconda punta. È un attaccante di movimento, forte fisicamente e dotato di un buon tiro. Ma il suo mestiere è il fare gol, e nei primi anni si è notato molto bene! Lokomotiva Zagabria e Rijeka i club con il quale ha mostrato il suo fiuto. Ben 80 reti in 117 gare. Un po’ meno nella Dinamo Zagabria, squadra madre del giovane croato, con 13 gol in 52 incontri. Con quest’ultima l’esordio e la prima rete in Champions League, ma non la definitiva esplosione.

Con il Rijeka è arrivata, diventando fondamentale negli schemi tattici e guadagnandosi pure la Nazionale maggiore. Il debutto nell’amichevole di Pola contro il Cipro, passando anche per l’Italia, giocando per pochi minuti la trasferta di San Siro contro gli azzurri di Conte, nel periodo dove le milanesi cominciarono ad osservarlo.

Se dovesse rimanere in Inghilterra difficilmente troverebbe spazio, vista la forte concorrenza davanti. Ha bisogno di nuovi stimoli, ma soprattutto ha ancora fame di gol. Tante squadre lo vogliono, in particolare le italiane. Torino sembra la città che più lo desidera. Sotto la Mole Antonelliana potrebbe trovarsi a suo agio, ma con chi andare? Alla Juventus come riserva di Morata, Mandzukic e Dybala? Oppure con i granata e giocarsi il posto di titolare?

[brid video=”23569″ player=”3036″ title=”ANDREJ KRAMARI Goals Skills Assists Rijeka 20142015 (HD)”]

Leggi anche: