Chi è Błaszczykowski il giocatore della Fiorentina?

Chi è Błaszczykowski il nuovo giocatore della Fiorentina? Non molti conoscono la storia del centrocampista polacco e cosa c’è dietro quell’esultanza con le dita a indicare il cielo dopo il gol segnato al Bologna.

Andiamo con ordine. Il giocatore polacco all’età di 11 anni vide con i suoi occhi il padre accoltellare brutalmente la madre. Quell’episodio scosse molto il piccolo Błaszczykowski che si porterà dietro quella sera, come racconta nella sua autobiografia (intitolata “Kuba“, diminutivo del suo vero nome Jacob), per tutta la vita: “Quel giorno la mia vita è cambiata, è stata stravolta, ma penso di aver acquisito molta forza. Ho affrontato tanti problemi nella vita che altre persone avrebbero potuto percepire come tragedie. Io invece so – prosegue Błaszczykowski – che qualunque cosa brutta accadrà non sarà mai paragonabile a quell’episodio. Per cinque giorni sono rimasto nel letto, immobile. Mi sono allontanato da tutti. Fino a 15-16 anni ero alto solo 155 cm, poi ho raggiunto i 175 improvvisamente”.

Tante volte nella mente del ragazzo è rimbalzata quella domanda: “Non ho mai perdonato mio padre: mi sono chiesto tante volte il perché di quel gesto, ma ora vado avanti”.
Lui che commosse tutto il mondo con quel gol negli Europei del 2012 contro la Russia quando si sdraiò a terra e si lasciò andare in un pianto spontaneo guardando il cielo.


Kuba
non è rimasto a quella sera, oggi “il guerriero”, come viene chiamato in Polonia, ha 30 anni, è un uomo sposato da 5 anni con Agata Gołaszewska, dalla quale un anno più tardi ha avuto la figlia, Oliwia. E’ andato avanti, grazie alla nonna materna Felicja e allo zio Jerzy Brzeczek che lo hanno cresciuto e fatto diventare l’uomo che è oggi. Proprio lo zio è stato la sua guida più grande nel calcio, che da ex calciatore ha fatto di tutto per fare emergere anche il nipote nel mondo del pallone. Nessuno gli ridarà la madre, ma quel bambino da quella sera ad oggi ne ha fatta di strada diventando un esempio da seguire per tutti gli appassionati di calcio e non. Kuba oggi è un uomo che, nonostante tutto, ha saputo rialzarsi…

Leggi anche: