Clamoroso Seedorf: "Per colpa di Allegri ho lasciato il Milan"

Dopo i risultati non di certo positivi nelle ultime due giornate, la situazione per Allegri, sulla panchina del Milan, si fa sempre più critica. Come spesso capita, l’allenatore è sempre il primo verso cui si punta il dito e, spesso, anche a farne le spese.

Non aiutano, poi, le parole di uno dei simboli del Milan dell’ultimo decennio, che con la maglia rossonera ha vissuto tantissime emozioni. Stiamo parlando del grande Clarence Seedorf che ora è in Brasile, nel Botafogo, e proprio ad una tv carioca, ha parlato del suo rapporto con l’attuale tecnico milanista: “Il motivo per cui sono andato via dal Milan è stato, senza dubbio, per via del suo attuale tecnico, Massimiliano Allegri. – ha dichiarato senza mezzi termini l’olandese – I rapporti con lui non erano al massimo, non c’era grande feeling. Mi faceva giocare le grandi partite come quelle contro Barcellona o Juventus e poi non venivo schierato in campo per altre quattro. Io ero abituato a giocare sempre. Quando abbiamo vinto lo scudetto penso di aver dato il mio contributo, soprattutto nella parte finale“.

Continua, seppur a distanza, la critica nei confronti del tecnico livornese: “Nel Milan ci sono stati giocatori che hanno giocato anche in la con gli anni. Ma stando fuori, agli occhi del mondo sembrava che io non fossi al top dal punto di vista fisico. Se vuoi rimanere in forma, anche se non sei più giovanissimo, devi giocare con regolarità per mantenere i muscoli al top. L’esempio sono Scholes e Giggs che hanno continuato a giocare anche se sono un po’ in la con gli anni. E Allegri questo non me lo permetteva. Fu un peccato. Il mio caso non è stato come quello di Nesta e Maldini“.

Clarence Seedorf

E sul Milan attuale? Ecco quali sono i pensieri del centrocampista: “Il Milan ora si sta rinnovando, ha meno qualità e ci vorrà tempo prima che torni ai livelli di un tempo“.

Seedorf sta per concludere la sua carriera di calciatore e, nel frattempo, sta ultimando le pratiche per diventare allenatore. Ecco come si vede nel suo futuro: “Sono quasi alla fine del corso da allenatore, mi sto preparando. Ma non c’è ancora nulla di concreto. La voglia è quella di continuare a giocare a calcio“.

Già in passato si era parlato di lui come possibile sostituto di Allegri perché si sa, il Presidente Berlusconi ha un debole per le vecchie bandiere. Di certo la situazione di Massimiliano Allegri non fa che aiutarlo ma siamo sicuri che ci vorrà ancora un pò per poter vedere il grande Clarence Seedorf sulla panchina rossonera. 

Leggi anche –> Milan-Lazio, 1-1: i gol e gli highlights

Leggi anche –> Milan-Lazio, Pektovic: “Peccato per il primo tempo”

Leggi anche –> Milan-Fiorentina: i viola faranno ricorso per Cuadrado