Comunicato Torino contro la Juventus: "Le sentenze si rispettano, non si commentano"

Come era lecito attendersi, l’odierna sentenza della Corte d’Appello della Figc, in relazione agli spiacevoli eventi avvenuti durante il Derby della Mole allo stadio Olimpico, ha scatenato l’ira dei Campioni d’Italia.

La Juventus, infatti, ha reso noto in serata un comunicato, nel quale Andrea Agnelli ha espresso tutta la sua amarezza, promettendo di voler ricorrere al Coni, per effettuare un ultimo ricorso. Immediata è arrivata la risposta dei cugini del Toro, che attraverso il proprio sito hanno rimandato al mittente quanto insinuato dagli eterni rivali:

“L’odierna nota della Juventus desta molte perplessità e sconcerta perché l’autore materiale del reato è stato individuato e arrestato. Le sue generalità sono note alle Forze dell’Ordine, così come la sua fede juventina: del resto si trovava nel settore ospiti, esattamente dove – grazie alla puntigliosa ricostruzione degli inquirenti – è stata lanciata la bomba carta poi esplosa in curva Primavera, tra i tifosi del Torino.

Il soggetto, essendo già sottoposto a D.A.Spo, non poteva evidentemente figurare tra gli abbonati della Juventus, né comparire sulla lista degli juventini presenti nel settore ospiti: però era lì e le immagini lo hanno dimostrato. Varrà la pena ricordare quale fu il commento a caldo dal Ministero degli Interni, a rimarcare l’assoluta gravità di quel gesto: «Buttare una bomba carta in una curva di uno stadio è un atto eversivo, oltre che premeditato». E undici tifosi del Torino, colpiti da quell’ordigno, ne hanno patito le conseguenze.

Crediamo che la Juventus debba accettare il giudizio degli organi competenti: è un atto di civiltà. Le sentenze vanno rispettate e non commentate”.

Leggi anche –> Squalifica Curva Sud, Comunicato Juve: “Siamo perplessi”

Leggi anche –> Curva Sud Juve, Chiusa una sola Giornata: Squalifica dimezzata