Conferenza Stampa, Christian Abbiati: ''Se non firmerò con il Milan smetterò''

Si è da poco conclusa la conferenza stampa di Christian Abbiati a Milanello durante la quale il portiere rossonero ha risposto alle domande dei giornalisti a pochi giorni dal derby contro l’Inter.

Abbiati parte rispondendo ad alcune domande circa il suo futuro:Se non firmerò con il Milan credo che smetterò. Il mio futuro? Non lo so ancora, alla mia età qualche acciacco arriva. Comunque io sono a disposizione, non è detto che debba fare il titolare sempre”.

Prosegue poi con alcune dichiarazioni su due giovani portieri del panorama italiano, Mattia Perin e il compagno Gabriel: ”Perin? Ha fatto bene, ma è giovane e a San Siro c’è grande pressione. Sei tutti i giorni sotto la luce delle tv – spiega – Gabriel deve crescere ancora. Ha fatto alcuni errori forse per voglia di strafare. Essere il portiere del Milan è difficile, soprattutto giocare a San Siro. Io ho un carattere freddo e i fischi non li sento, anzi mi caricano”.

In previsione del prossimo match di San Siro, gli viene chiesto quali siano i suoi ricordi più belli legati ai derby e dichiara: “Sicuramente i derby di Champions. I tre punti servirebbero più a noi che a loro. Abbiamo fatto una prima parte di stagione non da Milan e soffro per questo. E’ sempre una partita particolare. Tutte e due le squadre arriveranno cariche, ma credo che noi abbiamo più bisogno di loro di vincere. Noi stiamo migliorando, anche lunedì abbiamo fatto bene.”

Milan - Inter

Abbiati prosegue poi commentando il periodo non particolarmente positivo attraversato dal Milan: “Speriamo di fare la rimonta dello scorso anno. Nelle ultime partite abbiamo dimostrato di aver reagito. L’inizio di stagione è stato peggiore di quello dell’anno scorso. Nel calcio moderno bisogna difendere tutti e correre tutti. Però credo che stiamo migliorando anche su questo – spiega – Passare il turno di Champions ci ha dato morale. Lunedì è stata una buona gara, abbiamo sofferto un po’, ma avevamo di fronte una squadra importante”.

La discussione si sposta, poi, sulle recenti vicissitudini di calcio scommesse che hanno investito gli ex compagni Gennaro Gattuso e Christian Brocchi: “Sono sceso dalle nuvole quando ho letto la notizia. Sono bravissimi ragazzi e ci posso mettere la mano sul fuoco. Peccato però per la loro immagine”.

Prosegue con un commento sul compagno Kakà: “Si sta allenando bene, è un grande campione. Non credo sia teso per il derby. Ha affrontato già molte volte partite così”.

Abbiati conclude poi con un commento sull’Atletico Madrid: “L’avevo detto col cuore. All’estero ho fatto solo un’esperienza e l’ho fatta lì. Mi sono trovato molto bene. Sono consapevole che sarà molto difficile”.

Leggi anche -> Inter-Milan, arbitra Mazzoleni: i precedenti con il fischietto di Bergamo

Leggi anche -> Natale 2013, la festa del Milan con i ragazzi del Settore Giovanile (Video)