Conferenza Stampa di Thohir: "Al termine del Campionato valuteremo tutto"

Erick Thohir è intervenuto in conferenza stampa al termine dell’assemblea dei soci. Il Patron nerazzurro ha parlato molto ed ha toccato numerosi aspetti circa le novità della società di Corso Vittorio Emanuele al termine dell’attuale stagione.

“Dopo queste tre partite, revisioneremo la situazione di tutti: di chi è in scadenza di contratto, che non è detto che finirà, sia di chi non è in scadenza. Verranno riviste le performance sul campo di tutti e questo sarà fatto alla fine delle tre gare per raggiungere i nostri obiettivi”. E’ questo innanzitutto il progetto iniziare dell’imprenditore indonesiano.

Circa la nuova posizione che occuperà il Capitano nerazzurro Javier Zanetti, che terminerà la sua carriera calcistica tra pochissimi giorni, il Presidente parla così: “L’ho incontrato, potrà avere un ruolo importante nel club; sta studiando management ed inglese”. Rimane sibillino sul mercato: “Non è detto che non ci sia bisogno di trovare altri giocatori. Davanti abbiamo Palacio ed Icardi. Milito ha il contratto in scadenza ma non è detto che non ci sia una discussione con lui sul futuro, sul contratto. Abbiamo bisogno sia in attacco che in difesa, sull’esterno”.

Buone parole, invece, per quanto riguarda Walter Mazzarri: “Con Mazzarri ci troviamo bene. Non credo nel cambiare molti tecnici, perché poi devi cambiare tanti giocatori. Credo che si debba aprire un ciclo, di due tre anni, è importante. Dobbiamo stabilire gli obiettivi insieme ed allo stesso tempo i giocatori da avere nei prossimi due-tre anni è importante che stiano qui. Se i giocatori restano a lungo, per due-tre anni, è importante”.

Infine, sui progetti a lungo termine: “Avremo due società, Inter e Mediaco, due compagnie separate ed ognuna si focalizzerà sul proprio modo di fare fatturato. Le banche hanno guardato il nostro business plan ed abbiamo revenue di sotto 200 milioni mentre per i primi 15 club è di circa 260. L’assemblea dei soci si baserà sulla voglia di aumentare gli introiti e di riorganizzare il club. Noi guardiamo ai club inglesi, al Real Madrid, al Bayern Monaco: hanno un modello simile, cercano di bilanciare il budget soprattutto per i salari dei giocatori. Nessuno ha speso più del 50% degli introiti e noi avremo un bilancio equilibrato. L’Inter, in Italia, è tra chi spende di più perché è tra quelle che ha maggiori introiti”.

Leggi anche -> Calciomercato Inter 2014-2015: i Possibili Acquisti per Giugno