Conferenza Stampa di Walter Mazzarri: via all'Inter 2013-2014

Walter Mazzarri ha oggi risposto alle numerose domande e curiosità dei giornalisti in conferenza stampa a Pinzolo, luogo in cui l’Inter è in ritiro fino al 23 luglio.

A chi già chiede se l’obiettivo dellInter sia lo scudetto, il tecnico livornese risponde con un secco “Fatemi arrivare“. Aggiunge inoltre che intende riscattare l’annata fallimentare dei nerazzurri, posizionatisi la scorsa stagione al 9° posto: “Ho a che fare con professionisti seri e giocatori che vogliono riscattare l’ultima annata, non gli e’ andata giù. E questa è un’ottima base di partenza. In questo calcio non si può prescindere dalle motivazioni, questo gruppo ha voglia di grande riscatto“.

Un tema “bollente” toccato dal neo allenatore interista è stato quello del Napoli, squadra che ha allenato fino a pochi mesi fa. Nel corso della conferenza gli è stato fatto notare che alcuni tifosi napoletani si sono sentiti traditi e delusi dalla sua volontà di cambiare aria, come dimostrano le numerose contestazioni avvenute negli ultimi giorni. Cosa ha risposto Mazzarri? “Parliamo di fatti, il resto è aria fritta. A Napoli ho ereditato una squadra che era arrivato sestultima, alla prima stagione abbiamo raggiunto l’Europa League e siamo poi cresciuti di anno in anno, nonostante cessioni importanti. Cavani è diventato il fuoriclasse che è a Napoli, mentre a Palermo era un attaccante di medio livello. Edi è diventato un fuoriclasse perché ha capito quanto sia importante il lavoro che la squadra fa intorno a lui. E ha dato il suo contributo”.

Antonio Cassano

Di Laxalt, Duncan, Nagatomo e Kovacic dice che dovranno essere valutati, prima di prendere decisioni; di Antonio Cassano, invece, non vuol parlare: “A lui – dice – non rispondo più”

Leggi anche –> Silvestre e Schelotto via dall’Inter? Mazzarri non li porta in ritiro

Leggi anche –> Ufficiale: Mauro Icardi è dell’Inter