Conferenza stampa Milanello di Massimiliano Allegri [Video]

Siamo alla vigilia del trofeo Tim, e nella giornata odierna si è svolta a Milanello la conferenza stampa del mister Massimiliano Allegri facendo il punto della situazione per quanto riguarda gli obbiettivi stagionali, in particolar modo per i preliminari di Champions League in cui non sono ammessi errori. L’allenatore del Milan inoltre si dichiara molto soddisfatto del lavoro svolto fin ora con la squadra, affermando che la favorita per il campionato è la Juventus protagonista di questa fase di calciomercato.

Allegri inoltre conferma il modulo principale della squadra che resterà un 4-3-3 con la soluzione degli esterni o con la variante trequartista, inoltre afferma di essere più avanti rispetto alla passata stagione, che ha visto il Milan privarsi di giocatori fondamentali, con giocatori che giocano insieme già da una stagione e questo può essere un vantaggio.

Adriano Galliani

Per quanto riguarda il mercato Allegri sembra soddisfatto della politica che sta portando avanti la società, con un progetto giovani facendo notare che Poli è già nel giro della Nazionale, affermando che nel caso dovesse partire qualcuno verrà sostituito degnamente da un altro giocatore.Mentre alla domanda: “un nuovo De Sciglio?” risponde: “Auguro a quelli che sono stati aggregati in prima squadra di fare come lui, ma non mettiamogli fretta, sono ragazzi giovani. Bisogna saperli aspettare, non esaltarli troppo ma neanche ammazzarli. Vanno lasciati crescere con calma”. “Honda? è ancora un giocatore del CSKA.

Sui principali giocatori in rosa ha risposto così:

-Su El Shaarawy: “Non l’ho sentito. Aveva bisogno di staccare. Dovrà migliorare in certe fasi della partita, ha fatto un girone d’andata straordinario. Lui è stato l’artefice della prima rincorsa del Milan, ha avuto un normale calo. E’ un calciatore generoso, deve riprendere con serenità e fare tesoro di questi mesi dove non ha segnato. Si è rafforzato a livello caratteriale, ha riflettuto. Un girone non basta perché quello che hai fatto ieri, oggi se lo dimenticano tutti. Nessun problema tattico con lui. L’importante è che migliori sul campo, non è accaduto nulla con lui. Le cose di mercato capitano. In Italia sono partiti Cavani e Marquinhos, contro le potenze non possiamo competere. Il ragazzo è sempre stato un punto fermo mio e del Milan”.

– Su Balotelli: “Ha segnato tanti gol, anche da fermo. Un giocatore così giovane può soltanto migliorare viste le sue qualità tecniche”.

– Su De Jong: “Tra la prima e la seconda gara ha fatto grossi miglioramenti, nonostante sia stato fermo 8 mesi. Deve ritrovare la condizione, è un giocatore nuovo per il Milan, farà bene. E’ l’alternativa a Montolivo in mezzo”.

-Su Boateng: “Adesso stato giocando trequartista perché Saponara è fermo ai box, affaticamento dagli Europei Under 21. In questo momento ci sono Boateng ed Emanuelson per la trequarti. Boa può giocare anche come centrocampista, deve sfruttare le sue qualità, forza e tecnica”.

– Su Robinho: “Lo scorso anno per lui è stato particolare, ha fatto discretamente i primi quattro mesi, dopo aveva la testa in Brasile. Sembrava tutto fatto. Gli avevamo dato il permesso di restare in Brasile poi è tornato. Ha qualità straordinarie, sono molto contento che sia rimasto. Ci dovrà dare qualcosa in più”.

Da notare inoltre come ha cominciato la conferenza stampa augurando un grande in bocca al lupo all’ex rossonero Acerbi, che in questi giorni ha subito un’operazione per la diagnosticazione di un tumore.