Conferenza stampa Prandelli: il C.t duro contro i tifosi italiani

E’ in corso in questi minuti l’importante partita nella quale l’Italia si giocherà la sua chance per la qualificazione agli ottavi di finale del mondiale brasiliano. Il c.t. Cesare Prandelli ha rilasciato varie dichiarazioni, alcune abbastanza dure nei confronti dei tifosi.

Proprio riferendosi a questi ultimi, quando gli viene fatto notare che in Italia ci sono circa 60 milioni di “allenatori”, Prandelli sottolinea che non sia una novità il fatto che venga giudicato e che si ritrovi con il dito puntato contro. Il c.t. si è lamentato anche dei tifosi italiani che giudicano la singola partita e non il lavoro fatto complessivamente durante tutta la sua esperienza da allenatore della Nazionale.

Prandelli ha dichiarato inoltre che «Gli uruguaiani hanno un senso patriottico che noi non abbiamo. Bisognerà tirarlo fuori, ad ogni costo». Appare chiara l’intenzione dell’allenatore di spronare il pubblico italiano a vedere in modo più positivo la partita dell’Italia. Il c.t. ha rimarcato che questa di oggi è la partita più importante della sua vita: «E’ la vigilia più importante della mia carriera».

Le dichiarazioni del tecnico non finiscono qui. Per rincuorare i ragazzi e dare loro fiducia ha detto: «Non penso al futuro, non adesso, ma all’Uruguay. Non darò certo la formazione, non so chi giocherà e comunque non lo direi. Non dovremo subire e se loro metteranno così la partita bisognerà reagire. Non basterà la tecnica, servirà il carattere. Ed è anche per questo che sono fiducioso».

 

Leggi anche–> Italia-Uruguay: arbitro Moreno, solo una coincidenza?
Leggi anche–> Italia-Uruguay: agli azzurri basta un pareggio