Consigli Fantacalcio 11a giornata (Serie A 2017-18)

Dopo il turno infrasettimanale che ha confermato le grandi in testa alla classifica, la Serie A torna con l’11a giornata. Per questo turno, in cui spicca Milan-Juventus come primo anticipo, ecco i nostri consigli per il fantacalcio.

PORTIERI 

– Pepe Reina (Napoli)

Il portiere spagnolo può aver avuto qualche incertezza nel tempo, ma ancora dimostra di essere colonna portante di questo Napoli. Fuori ma soprattutto dentro al campo. Partita sulla carta facile per i partenopei con il Sassuolo, da schierare l’ex Liverpool.

 – Thomas Strakosha (Lazio)

L’ormai poco sorprendente Lazio di Simone Inzaghi gioca sul campo del derelitto Benevento. I padroni di casa ancora a caccia del primo punto della storia in Serie A, faticheranno e non poco con i biancocelesti. E Strakosha è diventato una garanzia tra i pali.

– Alisson Becker (Roma)

La miglior difesa della Serie A, un po’ a sorpresa, è quella della Roma. Una squadra che ha subito solo 5 gol in campionato (3 nella stessa partita con l’Inter) e che con Di Francesco ha già una sua quadratura. Alisson è un importante fattore di questi risultati della retroguardia capitolina. Contro un Destro tutt’altro che micidiale.

DIFENSORI

– Alessandro Florenzi (Roma)

In teoria dovrebbe partire terzino, con Defrel dirimpettaio in attacco. Ma se riposasse Dzeko, l’ex Sassuolo farebbe la prima punta e Florenzi scalerebbe come ala destra. Lì può portare bonus interessanti tra gol e assist.

– Stefan De Vrij (Lazio)

Un giocatore che se sta bene fisicamente è tra i difensori migliori del panorama europeo. La colonna portante della difesa biancoceleste, ha già due reti all’attivo in campionato. Contro il Benevento per confermare il trend della sua lazio in alto in classifica.

– Kalidou Koulibaly (Napoli)

Il Napoli deve dare continuità e soprattutto deve vendicare i due pareggi che lo scorso anno hanno bloccato gli azzurri contro la squadra ora di Bucchi. Berardi si è infortunato, Falcinelli è il cugino lontano di quello della scorsa stagione. E Koulibaly è pericoloso anche sui calci piazzati.

– Milan Skriniar (Inter)

Quasi criticato il suo arrivo a Milano, vista la spesa della società nerazzurra, sta annullando ogni forma di dubbio nei suoi confronti. Un muro in difesa, grandi prestazioni anche in campi difficili come a Napoli, due gol da calci piazzati, senza dimenticare alcune discese che lo portano alla conclusione da lontano. Da schierare sempre.

– Ivan Strinic (Samodoria)

La Samp di Giampaolo è una bella realtà. che gioca un buon calcio,, a viso aperto. Strinic sta facendo ottime cose a sinistra, bravo a rendersi utile in fase d’attacco a supporto di Zapata e Quagliarella.

CENTROCAMPISTI

– Marco Parolo (Lazio)

Difficile lasciare fuori qualcuno della Lazio contro il Benevento. Marco Parolo è uno di quei giocatori che può accendersi e diventare un attaccante aggiunto. Ricordate i 4 gol a Pescara un anno fa? Magari non un poker, ma può segnare contro la squadra di De Zerbi.

– Ivan Perisic (Inter)

Dopo due stagioni con tanti alti ma qualche basso, quest’anno Perisic si sta dimostrando un saggio d’esterno d’attacco. Corre per tutta la fascia, ripiega quando serve, trova spesso il fondo, salta l’uomo, bravissimo nel trovare i compagni al cross e trova spesso la porta. Uomo in più della squadra di Spalletti.

– Miralem Pjanic (Juventus)

Ha raggiunto un livello di gioco altissimo. Non solo regista, non solo mezz’ala, non solo primo difensore in mezzo al campo. Pjanic si inserisce, calcia le punizioni, fa girare la palla ed arriva spesso al tiro da fuori. Partecipa attivamente all’azione offensiva. Un centrocampista completo che ha trovato la sua dimensione nella Juve di Allegri.

– Marek Hamsik (Napoli)

Il Napoli può dare il colpo del Ko tecnico al Sassuolo di Bucchi. Il capitano azzurro non rende ancora come lo scorso anno ma sta salendo di giri. Con i neroverdi per ritrovare il gol e fare un altro passo verso la storia.

– Daniele Baselli (Torino)

Il Torino è in crisi. Senza Belotti si è perso anche lo spirito determinato della squadra di Mihajlovic che dopo la sconfitta sonora nel derby è entrato in una brutta crisi. Con il possibile nuovo modulo con il rombo, Baselli da mezz’ala può essere l’asso nella manica del tecnico serbo.

ATTACCANTI

– Ciro Immobile + Nani (Lazio)

Immobile perchè è il miglior attaccante del campionato e va schierato sempre, ma a Benevento in una partita che può esaltare le caratteristiche offensive biancoceleste, ecco la chance dal primo minuto per Nani. Magari l’occasione per trovare anche la prima rete.

– Giovanni Simeone (Fiorentina)

Qualche prestazione sottotono ma nelle ultime settimane sta giustificando l’investimento fatto dalla società viola. Tre gol e tre assist finora in campionato e in casa del Crotone la possibilità di dare continuità, alla Fiorentina e a se stesso.

– Lorenzo Insigne (Napoli)

In casa Insigne si esalta davanti al suo pubblico. Non segna da 4 partite e il Sassuolo può essere l’avversario giusto per ritrovare la rete.

– Duvan Zapata (Sampdoria)

Ottima intuizione della Sampdoria che ha affiancato a Quagliarella un attaccante che lavora per la squadra e trova la porta con continuità. In casa con il Chievo, ferito dopo i 4 gol subiti dal Milan, è pronto ad andare ancora in rete.

– Leonardo Pavoletti (Cagliari)

Un inizio difficile dopo la scorsa stagione travagliata. I due gol nelle ultime tre giornate però hanno restituito fiducia all’attaccante ex Genoa che ha deciso l’ultima sfida dei suoi al 95esimo. In casa del Torino può approfittare delle difficoltà granata, soprattutto in difesa.