Consigli Fantacalcio 13a giornata (Serie A 2017-18)

Dopo la sosta per gli impegni della nazionale, torna la Serie A 2017-18 con la 13a giornata e tornano anche i nostro consigli per il fantacalcio. Turno che vede partite molto interessanti, dagli anticipi Roma-Lazio e Napoli-Milan, alle partite domenicali molto insidiose per Juventus (Impegnata sul campo della Sampdoria) e Inter (in casa con l’Atalanta). Difficile quindi consigliare molti giocatori di queste big, anche se non mancherà qualche rappresentante. Attenzione alla Fiorentina e al Torino che possono portare a casa buone prestazioni.

PORTIERI 

Salvatore Sirigu (Torino)

In casa contro il Chievo di Maran. galvanizzato dalla splendida prova di San Siro contro l’Inter, Sirigu e il suo Torino possono riprendere il volo dopo alcune settimane complicate.

Samir Handanovic (Inter)

L’unico portiere delle big su cui è abbastanza sicuro puntare. Perchè è forse il migliore per rendimento e perche l’Atalanta è il meno ostico tra gli avversari delle big del campionato.

Marco Sportiello (Fiorentina)

Il derby di Ferrara non sarà certo una passeggiata di salute, ma la Fiorentina settimana dopo settimana sta trovando una sua quadratura. I risultati parlano chiaro e il portiere ex Atalanta è uno dei punti fondamentali della rosa di Pioli.

DIFENSORI

Kalidou Koulibaly (Napoli)

Il Napoli in campo contro il Milan. Big match si, ma i rossoneri quest’anno hanno perso tutti gli scontro diretti. Vanno in casa della capolista da super sfavoriti e con un attacco che ha nel solo Suso una luce. Il senegalese poi, oltre ad essere un muro dietro, ha anche trovato la rete negli ultimi mesi ed è carico dopo aver ottenuto la qualificazione al Mondiale di Russia.

Romulo (Verona)

L’uomo ovunque del Verona. Al fantacalcio difensore, ma lo trovi mezz’ala o addirittura ala. In ogni posizione comunque è una spina nel fianco per le difese avversarie. Tanta gamba, piede educato e una grinta da esempio per i compagni. Se lo hai in rosa, lo devi schierare sempre.

Cristian Biraghi (Fiorentina)

Tra le note più liete della Fiorentina. Terzino di spinta che calcia benissimo. A lui sono affidate spesso punizioni e calci d’angolo, elemento importantissimo per gli assist e i più 1.

Milan Skriniar (Inter) 

La sorpresa del campionato. Arrivato da strapagato dalla Samp, è la vera colonna portante della difesa di Spalletti. Medie altissime per chi non viene saltato quasi mai. In più due gol e una presenza sulle palle alte sempre pericolosa.

Aleksandar Kolarov (Roma) 

Numeri alla mano, il miglior difensore per quanto riguarda il fantacalcio. Grande affare per la Roma che lo preleva per pochi milioni dal City. Di Francesco non lo cambia praticamente mai. Lui risponde con gol e presenza offensiva importante. E attenzione alle punizioni…

CENTROCAMPISTI 

Miralem Pjanic (Juventus)

Il miglior Pjanic della carriera? Forse si, meglio anche di quello da 10 gol della Roma. La Juventus con Pjanic è un’altra squadra. Metronomo del centrocampo, capace di assist, gol con l’inserimento da dietro e specialista dei calci piazzati.

Ivan Perisic (Inter) 

Dopo Icardi, è l’arma principale dell’Inter. Anche quando sembra spento, può sempre accendersi nei minuti finali. Gli basta una giocata, una palla sporca o un po’ di campo aperto. Gol e assist sempre a portata di mano.

Federico Chiesa (Fiorentina) 

Il futuro della nazionale, che dopo il disastro deve ripartire da gente come lui. Tutte le grandi stravedono per lui, giocatore che corre per 3, calcia benissimo anche da fuori e non scende mai sotto la sufficienza.

Amato Ciciretti (Benevento)

Il Benevento ha ritrovato il suo uomo di maggiore qualità. Gol allo Stadium e per 60 minuti la Juve trema. Non sono certo quelli i punti che la squadra di De Zerbi deve fare per tentare una salvezza utopistica, ma in casa con il Sassuolo l’occasione almeno per i primi punti in Serie A.

Adel Taarabt (Genoa)

Il Genoa naviga in bruttissime acque. Preziosi ha esonerato Juric chiamando Ballardini ma nonostante il cambio, Taarabt sarà ancora al centro della squadra. Un giocatore nuovo, in forma eccellente. Come centrocampista, un’affare.

ATTACCANTI

Andrea Belotti (Torino) 

Tornato dall’infortunio ancora un po’ spento, in lacrime dopo la partita dell’Italia di San Siro, deve ritrovare la rete. La sfida in casa con il Chievo la partita giusta per riprendere dove aveva lasciato quasi due mesi fa.

Lorenzo Insigne (Napoli)

L’escluso eccellente di Ventura che forse paga anche questa scelta. Non ha potuto dimostrare in nazionale quanto tenesse a volare in Russia, vuole portare il Napoli di nuovo sul tetto d’Italia. Con il Milan, tra le sue vittime preferite, per tornare a segnare.

Edin Dzeko (Roma) 

Insieme a Kolarov, l’uomo a cui Di Francesco non rinuncerebbe mai. Ultimamente un po’ stanco, potrebbe aver sfruttato la pausa per ritrovare una condizione eccellente. Nel derby per essere l’uomo decisivo.

Gianluca Lapadula (Genoa) 

Ancora a secco, a causa anche di un infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi per diverse settimane. Investimento importante per il Genoa, che va a Crotone per invertire la rotta. Occasione per iniziare a segnare e non fermarsi.