Consiglio di Lega, vince la Juventus: niente stage in Nazionale per chi gioca in Europa

Nel consiglio di Lega di venerdì la Juventus ha ottenuto una “vittoria” contro Antonio Conte. Con il supporto anche della Roma, è stato infatti deciso che i calciatori impegnati nelle coppe europee non dovranno partecipare obbligatoriamente allo stage di febbraio in nazionale voluto da Antonio Conte(9-10-11). L’ex tecnico bianconero, ora ct della nazionale avrebbe invece voluto che tutti i giocatori, inclusi gli juventini ed i romanisti, avessero dovuto partecipato a questo stage.

La Juventus è l’unica società italiana ancora in corsa in Champions League ed il 24 febbraio dovrà giocare contro il Borussia Dortmund gli ottavi di Champions League, mentre per Fiorentina, Roma, Inter, Napoli, e Torino, ci sono i sedicesimi di Europa League,  la cui vittoria garantirebbe l’accesso in Champions e soprattutto sarebbe fondamentale per il ranking dell’Italia.

In pratica ha vinto la linea della Juventus, secondo cui, non essendo gli stage una data ufficiale stabilita dal calendario della Fifa, Conte non può pretendere che i calciatori delle squadre di club partecipino obbligatoriamente al suo raduno. La Juventus vuole infatti arrivare alla sfida contro i tedeschi in perfetta forma e soprattutto senza infortuni.

Leggi anche: Calciomercato Juve, lo sceicco Al Thani vuole Pogba

Leggi anche: Juve-Napoli, Pronostico della Supercoppa Italiana 2014