Coppa d’Africa 2017: Date, Stadi e Cenni Storici

Coppa d'Africa 2017

Coppa d’Africa 2017, tutto quello che c’è da sapere sul torneo: date, stadi e cenni storici di questa competizione africana.

I gruppi della Coppa d'Africa 2017 (grafica by CalcioNow.it)
I gruppi della Coppa d’Africa 2017 (grafica by CalcioNow.it)

Siamo ai nastri di partenza di questa Coppa d’Africa 2017. La manifestazione prende parte nel “continente nero” ed arriva alla sua 31esima edizione. Organizzato dalla CAF (Confédération Africaine de Football), arriva alla fase finale che si svolgerà in 4 città del Gabon dal 14 gennaio al 5 febbraio.

Città e Stadi: ecco dove si svolge la Coppa d’Africa 2017.

Le città e gli stadi Le 4 città che ospiteranno la Total Africa Cup of Nations 2017 saranno: Franceville, Oyem, Port-Gentil e la capitale Libreville, che ospiterà la partita innaugurale il 14 gennaio alle ore 15:00, e chiuderà ospitando la finale il 5 febbraio con orario da definire. I teatri dove i giocatori giocheranno al ritmo di una cultura molto legata alle tradizioni e con sgargianti colori che animano quella che viene interpretata come una festa sportiva sono: Stade d’Oyeme (capienza 20 000), Stade de Port Gentil (20 000), Stade de Franceville (22 000) e il monumentale Stade d’Angondjé (40 000).

Com’è strutturato il torneo: ecco come si giocherà la Coppa d’Africa.

Il torneo è strutturato con il classico girone all’italiana formato da 4 squadre, le prime due di ogni girone accedono alla fase finale che prevede partite ad eleminazione diretta (quarti, semifinali e finale) essendo un torneo a 16 squadre (52 alle qualificazioni). Saranno 17 gli arbitri che prederanno parte alla competizione, provenienti da tutto il continente africano. Uno per ogni partita con un jolly da usare in casi estremi.

Cenni storici: come è nata la Coppa d’Africa.

Dal 1957 la nazione che ha alzato più volte il trofeo (a scadenza biennale) è stato l’Egitto con 7 coppe alzate al cielo, compresa la prima edizione. Seguono con 4 vittorie Ghana e Camerun, il terzo gradino dell’albo d’oro è occupato dalla Nigeria vincente per 3 edizioni. I detentori del titoli sono i ragazzi della Costa d’Avorio che nel 2015 vinsero grazie alle grandi giocate di Gervinho e Drogba.

Non sarà facile superare il capocannoniere della competizione, il grande Samuel Eto’o con 18 reti. Seguono Laurent Pokou, con 14 reti e 2 titoli di capocannoniere della Coppa d’Africa nelle edizioni 1968 e 70 e la leggenda nigeriana Rashidi Yekini grandissimo cannoniere del Vitoria Setubal e della nazionale con la quale ha segnato 37 reti in 70 presenze, vincendo la Coppa d’Africa nell’edizione del 1996 in Tunisia.

Siamo così alle porte di un fantastico torneo Intercontinentale, non saranno contenti i vari allenatori delle squadre più importanti d’Europa che “perdono” i loro migliori giocatori per le prime partite dell’anno. Ma per un africano è qualcosa che va oltre il club. Provenienti, nel maggiore dei casi da condizioni di povertà, tornare e giocare per la propria nazione è motivo di ringraziamento e devozione per i calciatori che hanno fatto fortuna grazie a questo sport.

Segui CalcioNow su Facebook, Twitter e Instagram.