Corsa all'Europa League: analisi del calendario delle pretendenti

Il Milan punta ora come non mai alla posizione utile per qualificarsi alla prossima Europa League, obbiettivo di ripiego dopo il fallimentare inizio di campionato sotto la gestione Allegri. Rossoneri reduci da quattro vittorie consecutive e con serie possibilità di arrivare a cinque nel Sabato Santo contro il Livorno, sempre a San Siro. Proprio il Milan di Seedorf potrebbe conquistare importanti punti nelle prossime gare: sabato infatti la gara, abbordabile, contro il Livorno, ma poi i rossoneri saranno attesi dalla durissima trasferta di Roma contro la squadra di Garcia e successivamente dallo spareggio contro l’Inter, prima di concludere col derby di Bergamo contro l’Atalanta e con l’ormai spacciato Sassuolo.

Calendario durissimo invece per l’Inter di Mazzarri, sopra al Milan per cinque lunghezze e che sabato giocherà a Parma, altra squadra in corsa per l’Europa, e successivamente se la vedrà contro il Napoli per poi giocare il derby e concludere contro Lazio e Chievo Verona. Gli emiliani di Roberto Donadoni invece vogliono capitalizzare al meglio un calendario che può spingere la formazione gialloblu in Europa: sfida contro l’Inter nel prossimo turno, poi Cagliari, Sampdoria, Torino e Livorno, squadre che arriveranno a giocare col Parma gare ininfluenti ai fini di classifica.

Si prospetta una lotta durissima per i rossoneri, chiamati a conquistare tre punti col Livorno: senza dimenticare che con il Milan a 48 punti ci sono anche il Torino, reduce dal successo contro il Genoa, e che non avrà un calendario agevole proprio (Lazio, Udinese, Chievo, Parma e Fiorentina), e anche la Lazio di Reja ormai falcidiata dagli infortuni.

Leggi anche: