Cristiano Ronaldo alla Juventus. Le ultime sull’affare di mercato

L'affare del secolo sarebbe vicino ad una conclusione

Cristiano Ronaldo alla Juventus. Se qualcuno l’avesse anche solo immaginato un mese fa, non sarebbe stato preso sul serio, si sarebbe parlato di fantamercato. E invece, negli ultimi giorni, l’ipotesi diventa sempre più concreta, tant’è che le parti sembrano sempre più vicine all’accordo per il colpo del secolo. Ripercorriamo le fasi che hanno dato il via alla trattativa (che sembra giunta ormai al termine).

Clausola

Cristiano Ronaldo ha una clausola da un miliardo di euro. Florentino Perez, presidente del Real Madrid, poco tempo fa ha deciso ufficialmente di abbassare la clausola a 100 milioni, per facilitarne la vendita nel caso il giocatore non fosse riuscito a ripetere quello che ha fatto negli anni passati. Cristiano, scontento dell’atteggiamento del suo presidente ha dichiarato:”Se valgo così poco allora non mi vogliono”. Con queste dichiarazioni, capiamo che già qualcosa si era rotto.

I Mondiali e il fisco

Con i Mondiali in corso, sia il giocatore che il Real hanno deciso di parlare di un eventuale trasferimento solo alla fine del torneo, o subito dopo l’eliminazione del Portogallo dove gioca appunto Cristiano. E’ avvenuto un incontro tra il procuratore, Jorge Mendes, e F.Perez. In questo incontro, Mendes ha espresso la volontà del suo giocatore, di voler lasciare il Real Madrid. Dietro questa scelta, oltre il deterioramento del rapporto tra Cristiano e il presidente, ci sarebbero anche dei problemi legati al fisco spagnolo. Ronaldo eviterebbe tutti i problemi venendo in Italia. Grazie alla legge di stabilità 2017, che contiene un’agevolazione per chi arriva e non ha avuto qui la residenza in 9 degli ultimi 10 anni: su tutti i redditi prodotti all’estero (immobili, contratti di sponsorizzazione, guadagni con compravendita di azioni) ci si può avvalere di un regime sostitutivo e pagare un forfait di 100.000 euro. Quindi, problema risolto per lui e per i suoi familiari che se ne possono avvalere.

Immagine correlata

Mendes e Cancelo

Negli ultimi tempi, Marotta e Paratici hanno avuto molti contatti con il procuratore di Ronaldo per chiudere l’affare Cancelo con il Valencia. Durante uno di questi incontri, il procuratore sembra aver offerto il giocatore alla Juve. In un primo momento c’è stata un po di perplessità. Ma con il passare dei giorni la Juve ha iniziato a lavorare per imbastire la trattativa. Molti i contatti tra la dirigenza della Juve e Mendes, intermediario dell’operazione tra Juve e Real. C’è stato un ultimo incontro tra il presidente madrileno e Mendes: Florentino non ha avanzato nessuna richiesta di rinnovo, ma ha posto delle condizioni, in particolare una per dare una svolta alla trattativa. Perez vuole che Ronaldo, si prenda le sue responsabilità e che dica pubblicamente che vuole andarsene.

Un contratto milionario e gli sponsor

L’operazione Cristiano Ronaldo sembra aver preso una svolta, in direzione Torino. Al momento il calciatore è in vacanza in Grecia. La Juve nei giorni scorsi gli ha offerto un contratto fino al 2022 da 30 milioni di euro a stagione. I soldi non sarebbero un problema dato che lui stesso ha rifiutato un’offerta dalla Cina da 50 milioni di euro per due stagioni. I soldi del contratto offerto dalla Juve, arriverebbero grazie a Exor, cioè la holding di proprietà della famiglia Agnelli che controlla, oltre alla Juventus, anche FCA e Ferrari. Inoltre, solo la notizia di un probabile suo arrivo ha fatto salire del 12% il titolo della società bianconera. Insieme a Ronaldo, arriverebbero altri ricavi dati dal rialzo degli abbonamenti, con i tifosi che sarebbero contenti di spendere per vedere in campo il giocatore più forte al mondo.

Risultati immagini per ronaldo portogallo bianca

Agnelli,Allegri e l’arrivo

Il giorno del suo arrivo a Torino è domani, martedì 10 luglio. Per ora non c’è niente di ufficiale, e la Juve non ha risposto ad alcuna domanda oggi durante la conferenza stampa di presentazione di Emre Can, anche per rispetto del giocatore, ma ormai è solo questione di giorni se non di ore. Inoltre, sembra che oggi l’allenatore e il giocatore si siano sentiti per telefono, con Ronaldo che non vede l’ora di iniziare questa nuova avventura.