Crotone in Serie B: il Tragico epilogo di una stagione

Dopo due anni, termina l'avventura in A dei calabresi, retrocessi all'ultima giornata

La sconfitta al San Paolo contro il Napoli per 2 a 1 ha sancito la definitiva retrocessione del Crotone in Serie B. Si conclude così, dopo 2 stagioni, la magica favola della massima serie. Una stagione, quella dei rossoblu, costellata dalle dimissioni di Davide Nicola, a dicembre 2017, per presunti dissidi con la dirigenza e l’arrivo di Walter Zenga, accolto come colui che avrebbe portato la squadra al raggiungimento della salvezza.

La fatidica promozione

Era il 29 aprile 2016 quando il Crotone, dopo il pareggio con il Modena, guadagnava la certezza aritmetica della prima promozione in Serie A. Fautore di quell’incredibile impresa il tecnico croato Ivan Juric. Poi, nella massima serie l’arrivo in panchina di Davide Nicola che riuscì a ottenere una storica vittoria contro l’Inter per 2-1 con doppietta di Falcinelli e il 30 aprile 2017 uno storico punto con il Milan, ottenendo alla fine del campionato una miracolosa quanto fantastica salvezza.

Il secondo anno in Serie A

La seconda stagione cominciò con entusiasmo e con la conferma di Nicola sulla panchina rossoblu. La sconfitta casalinga con l’Udinese per 3 a 0, fece nascere dissidi tra la dirigenza e il tecnico che decise di consegnare le dimissioni. E dunque, poi, l’arrivo di Walter Zenga che aveva, fino alla fine, alimentato le speranze di un’altra autentica impresa. A pesare le sconfitte con Spal, Benevento e l’ultima con il il Chievo Verona. Con le lacrime agli occhi l’Uomo Ragno a fine gara ha rilasciato un’intervista: “Ho la morte nel cuore, retrocedere così fa male. E’ stata una coltellata pazzesca. Non riuscirò mai a metabolizzarla”. Siamo retrocessi non per demeriti nostri, ma perché altri hanno fatto più punti di noi. Crotone è una pizza che merita la Serie A. Ho fatto una gran fatica a tirar su i giocatori dal campo, loro ci hanno creduto fino in fondo ed hanno dimostrato che potevano mantenere la categoria”. Infine, parole di ringraziamento ai tifosi rossoblu: “Ci tengo a sottolineare una cosa: a fine partita i nostri tifosi ci hanno applaudito ed incitato”.

La prossima stagione

Ora bisognerà voltare pagina e pensare già alla prossima stagione nella serie cadetta. Bisognerà attendere la decisione di Walter Zenga e della dirigenza rossoblu, poi cominciare a pensare al calciomercato per costruire una squadra che certamente punterà nuovamente al ritorno nella massima serie.