Curiosità Inter, Moratti a Maicon: "Gli chiesi scusa perché il pubblico soffriva per loro"

Oggi è stato il grande giorno della prima conferenza stampa di Erick Thohir quale nuovo presidente dell’Inter e dell’addio definitivo di Massimo Moratti al CDA nerazzurro. Nonostante le parole di Angelomario sull’amarezza del padre riguardo agli striscioni della nord, emerge un aneddoto che sottolinea il legame profondo e indissolubile tra l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti e la tifoseria nerazzurra.

Durante l’assemblea dei soci di questa mattina, infatti, l’ex patron ha raccontato di uno scambio di battute avuto con Maicon, quando questi ancora vestiva i colori della Beneamata: “Una volta Maicon negli spogliatoi mi disse: ‘Ma il pubblico insomma, non ci sostiene.’ Mi pare alla fine avevamo vinto 2-1. Io gli dissi: ‘Senti Maicon, io ti chiedo scusa ma anche io non sono riuscito a dire una parola perché stavo soffrendo e capisco il pubblico. Anche senza urlare il pubblico soffre con te'”.

Il Presidente dell'Inter Massimo Moratti

Da queste parole emerge tutto l’affetto e la comprensione di un presidente che ha sempre amato i suoi tifosi, gioito, e soprattutto, sofferto con loro. Nonostante non siano mancati nel tempo degli sporadici attriti con la Curva, è sempre stato evidente tutto il suo impegno per far tornare grande la squadra legata da mezzo secolo alla sua famiglia. E i risultati dell’ultimo decennio hanno ripagato alla grande questa passione. Anche in questi ultimi, emotivamente difficili, momenti nei quali si sta realizzando il passaggio di consegna verso una nuova era per la società Inter, emerge tutta la signorilità e la passione di un presidente che verrà ricordato molto a lungo nella storia del calcio.

Leggi anche–> Angelomario Moratti: “Papà c’è rimasto male per gli striscioni”

Leggi anche–> Moratti abdica: “Diciotto anni di emozioni”

Leggi anche–> E’ già Thohir-mania: “Chi non salta rossonero è”

Leggi anche–> Bonolis su Thohir: “Speriamo non compri bruschette”