Curva Inter squalifica per cori razzisti, pena sospesa

Costeranno un turno di squalifica i cori intonati dai tifosi dell’Inter contro il centrocampista bianconero Paul Pogba. Il secondo anello verde, che rappresenta a San Siro la porzione dedicata al tifo più acceso dell’Inter, resterà chiuso per un turno. Questo il contenuto del comunicato emesso dal magistrato Tosel, dove si può leggere i motivi che hanno spinto il Giudice Sportivo a sanzionare la curva nerazzurra: “Il Giudice sportivo, letta la relazione dei collaboratori della Procura federale nella quale, tra l’altro, si attesta che circa il 70% dei 9.000 sostenitori della squadra nero-azzurra, collocati nel settore denominato “Secondo anello verde”, indirizzava al 33°del secondo tempo al calciatore n. 6 della squadra avversaria un coro inequivocabilmente espressivo di “discriminazione per motivi di razza”. 

Sullo stesso comunicato possiamo inoltre leggere che il turno di squalifica non verrà scontato immediatamente perchè la curva sarà tenuta sotto osservazione per un anno. Se in questo questo periodo i tifosi commetteranno di nuovo la stessa violazione alle leggi in materia di cori razzisti, verrà revocata la sospensione e la curva sarà squalificata: “Delibera di sanzionare la Soc. Internazionale con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Secondo anello verde” privo di spettatori, disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella comminata per la nuova violazione”.

INTER: TUTTE LE NOTIZIE