Dani Alves e il morso alla banana, l’hashtag è stata una trovata pubblicitaria?

Potrebbe essere stata una trovata pubblicitaria l’hashtag #SomosTodosMacacos che è seguito all’episodio di Dani Alves, calciatore del Barcellona, che ha morso una banana che un tifoso del Villareal ha spedito in campo in chiaro segno discriminatorio. A rivelare il retroscena è stato Guga Ketzer vicepresidente dell’agenzia Ludocca che ha lanciato l’hashtag #SomosTodosMacacos: “La campagna era già pronta da due settimane e si attendeva solamente il momento giusto per lanciarla“.

L’indignazione si sta palesando in queste ore visto che vip e persone normali avevano aderito alla campagna antirazzista facendosi fotografare nel gesto di mordere una banana: “L’increscioso episodio del Madrigal – ha ammesso Ketzer – è stata la scusa perfetta per promuovere una campagna pubblicitaria già confezionata dall’agenzia che fa capo al giornalista e imprenditore Luciano Huck”. Se resta il gesto di Dani Alves che ha messo a nudo l’ignoranza razzista, allo stesso tempo questo gesto fa pensare che sono i soldi a comandare tutto.

Leggi anche — >  Barcellona, Dani Alves mangia la banana lanciata in campo (Video)

Leggi anche — > Banana a Dani Alves? I big solidarizzano: “Siamo tutti scimmie”